Indiano ucciso a sprangate, il pm chiede 20 anni per due imputati

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Ancona, 8 novembre 2014 – Venti anni di carcere. Questa la pena chiesta dal pm Marco Pucili al Gup Paola Moscaroli per due dei cinque immigrati asiatici accusati dell’omicidio del 25enne indiano Arvinder Daliwal, avvenuto a Fabriano il 3 novembre 2013.

Per Sartaj Singh, 23 anni, residente a Matelica, e Jagdeep Sing, 23 anni, residente a Tolentino, la sentenza sarà emessa con rito abbreviato nella prossima udienza, quando il giudice si pronuncerà anche sull’istanza di rinvio a giudizio a carico degli altri tre imputati (Singh Parvinder e un suo omonimo, di 25 e 28 anni, indiani, e Md Rubel Islam, 26 anni, bengalese residente a Fabriano).

Oggi le difese hanno concluso le loro arringhe ribadendo l’estraneità degli imputati all’accusa di omicidio volontario aggravato. L’agguato fu davanti ad un bar di Viale XIII luglio: la vittima venne aggredita con una spranga dalla punta acuminata, forse per dissidi fra le rispettive famiglie. Coinvolto nell’inchiesta anche un minorenne processato a parte.



 

Precedente Vede i soldi a terra e ferma l'autobus Li raccoglie e li consegna alla proprietaria Successivo Tonina Pantani all'Overtime: "Non mi fermo, continuerò a cercare la verità"