‘Inteatro’, quando creazione, tradizione e nuove tecnologie si fondono

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 19 giugno 2015 – Anteprima di Inteatro Festival 2015 è l’apertura del Teatro della Biosphera alla Sala mostre della Mole Vanvitelliana. Una semisfera trasparente, un teatro, per 30 spettatori alla volta, che fino al 13 luglio tutti i giorni propone due azioni teatrali: in giugno Energia/ Utopia e in luglio, Biosphera d’acqua. Il progetto Teatro della Biosphera è a cura di Adriana Zamboni e Lucio Diana.

Il Teatro della Biosphera è una sorta di micromondo ed è per questo l’ambientazione ideale per affrontare tematiche ambientali. Nella cornice di Biosphera si svolgono due azioni teatrali (Biosphera Energia/Utopia e Biosphera d’acqua) della durata di 40 minuti ciascuna, condotte da attori che, con l’ausilio di tecnologie audio e video, trasportano il pubblico in un’atmo(bio)sfera ricca di immagini, colori, suoni e narrazioni. Entriamo nel “cuore” di INTEATRO Festival dal 25 giugno al 4 luglio tra Ancona e Polverigi per 10 giorni dedicati alla creazione contemporanea multidisciplinare che impegnerà non solo i consueti spazi di Villa Nappi a Polverigi, anche Ancona il Teatro delle Muse, il Teatro Sperimentale e la Mole Vanvitelliana con artisti provenienti da: Asia, Africa ed Europa; 200 artisti per 59 appuntamenti di cui 12 spettacoli in prima e anteprima nazionale.

Il Festival giunto alla sua 37° edizione, dedica nel primo fine settimana, dal 25 al 27 giugno a Polverigi uno speciale Focus danza a cui parteciperanno giovani e talentuosi coreografi e performer italiani con le loro nuove produzioni, tra gli altri: Ambra Senatore “Mattoncini”, Alessandro Sciarroni “Turning” e “Joseph”, Glen Çaçi “KK (I’m a Kommunist Kid)”, Chiara Frigo “West End”, Antonio Montanile “Dismisura”, Claudia Catarzi “Intorno al fatto di cadere”, Marco D’Agostin “Everything is ok”, Collettivo PirateJenny

“Cheerleaders”, Effetto Larsen “Funzioni”. Nei tre giorni sono previste negli spazi di Polverigi cinque e/o sei performance a sera, da non perdere, in prima assoluta.

Ad Ancona sono protagoniste le grandi compagnie straniere e internazionali tra cui si segnalano: la coreografa giapponese Yui Kawaguchi & Yoshimasa Ishibashi con lo spettacolo/installazione, primo teatro interattivo in 3D, “Match-Atria Extended”, spettacolo da cui è tratta l’immagine del festival, che inaugura la manifestazione e le giornate dal 25 al 28 giugno con più repliche al giorno al Teatro delle Muse (lo spazio-teatro per 30 spettatori alla volta sarà il palcoscenico delle Muse dove verrà costruita una piccola platea); un incrocio tra avanzatissime tecnologie multimediali e la tradizionale cerimonia del tè; Constanza Macras con “Distortion” un puro concentrato di energia che utilizza il vocabolario gestuale delle sottoculture urbane (3 luglio ore 21.30 Teatro delle Muse); la Korea National Contemporary Dance Company, compagnia che rappresenta la Korea all’Expo di Milano, con lo spettacolo “Bul-Ssang” (1 luglio ore 21.30 Teatro delle Muse-Ancona) un singolare mix di cultura pop e tradizione che ci proietta nelle megalopoli orientali, Ula Sickle artista innovativa che nei suoi lavori genera commistioni tra arti visive, musica contemporanea ed architettura con “Kinshasa Electric” (4 luglio ore 21.30 alla corte della Mole-Ancona) che ci proietta nelle banlieues della capitale congolese e l’artista outsider Benjamin Verdonck con la sua ultima creazione il poetico “One more thing” .

Tra le Compagnie italiane con nuove creazioni troviamo: Babilonia Teatri con “Inferno” (Teatro Sperimentale ore 21.00) e Motus con “MDLSX” (Teatrino Sala Melpomene/Muse ore 19 e ore 22.30) che saranno in scena ad Ancona il 2 luglio.

Il programma del festival prevede inoltre: laboratori, flash mob, interventi in città, dj set e 7 progetti: il Teatro della Biosphera di Adriana Zamboni e Lucio Diana con Utopia/Energia e Biosphera d’Acqua alla Mole Vanvitelliana dal 19 giugno al 13 luglio, il Meeting Internazionale per la creazione di una rete di cooperazione culturale nell’area della macroregione Adriatico-Ionica che si tiene a Polverigi (25 e 26 giugno), P.A.C.4 Paesaggio Ambiente Creatività 28 giugno a Polverigi, GAME3 29 e 30 giugno al Teatro Sperimentale di Ancona. Poi ancora la prima assoluta di Mapped Productions “Nova Insula”, una decostruzione visuale del testo shakespeariano della Tempesta, alla Mole Vanvitelliana dall’1 al 4 luglio (diverse repliche al giorno per 15 spettatori alla volta), e l’azione oratoria di Claudia Castellucci che presenta il libro tramite quadri “Setta. Scuoladi tecnica drammatica”, edito da Quodlibet (il 4 luglio ore 23 Canalone Mole Vanvitelliana).

Sono previsti inoltre un flash mob per le principali vie di Ancona che sarà il risultato del laboratorio propedeutico “LAVIADELMARE” condotto da Afshin Varjavandi e INC Innprogress collective della durata di tre giorni che si terrà al Salone delle Feste del Teatro delle Muse e sarà rivolto a 50 partecipanti e ci saranno anche Interventi in città a cura di Luna Dance Theater e Hexperimenta, per coinvolgere la cittadinanza ed invadere con la danza gli spazi urbani.

Dal 2 al 4 luglio, a chiusura delle serate, al Lazzabaretto della Mole Vanvitelliana si balla con Inteatro e i dj set di Silvia Calderoni (Motus), Spleepwalker (Constanza Macras), Baba Electronica (Ula Sickle).

Inteatro Festival 2015 è curato da MARCHE TEATRO Teatro di Rilevante interesse Culturale, diretto da Velia Papa, con il sostegno di Comune di Ancona, Comune di Polverigi, Regione Marche, Distretto Culturale Evoluto, Svim, Camera di Commercio di Ancona, Ministero per i Beni Le Attività Culturali e il Turismo. Informazioni e prenotazioni: 071 52525 / 071 9090007 [email protected] [email protected] biglietti on line www.geticket.it www.marcheteatro.it



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente L'impatto della crisi maggiore nelle Marche che nel resto d'Italia Successivo Marche premiate per fatture elettroniche