J.P. Industries, sfila la rabbia dei lavoratori

IL BORGHIGIANO 2013

Assemblea a Fabriano, poi 150 operai sono entrati in fabbrica; quelli in cassa integrazione straordinaria sono andati in Municipio per incontrare il sindaco Sagramola

Fabriano, il corteo dei lavoratori della J.P. Industries (Foto Di Marco)

Fabriano, il corteo dei lavoratori della J.P. Industries (Foto Di Marco)

Fabriano (Ancona), 23 settembre 2013 – A Fabriano continua la protesta dei lavoratori della J.P. Industries, la ex Antonio Merloni, la cui cessione al gruppo Qs SpA di Giovanni Porcarelli, è stata annullata dal tribunale civile di Ancona su ricorso delle banche creditrici.

Stamattina gli operai si sono riuniti in assemblea e poi in 200 sono entrati in fabbrica; i 150 lavoratori in cassa integrazione straordinaria, invece, sono andati in Municipio per incontrare il sindaco Sagramola. Chiedono l’impegno delle istituzioni per una soluzione della vicenda, e con i lavoratori dello stabilimento umbro di Gaifana annunciano iniziative di protesta “clamorose” nei confronti delle banche.

Alessandro Di Marco IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ardo, vendita annullata. Questa sentenza peggio del sisma. Successivo La mossa di Milani: Lo stabilimento di Melano non chiude