Jessica Rizzo rischia il processo chiesto rinvio a giudizio per evasione fiscale


FONTE IL MESSAGGERO

PESCARA – Il pm Paolo Pompa ha presentato richiesta di rinvio a giudizio per 45 persone, tra cui la pornostar Jessica Rizzo, nell’ambito dell’inchiesta su una presunta maxi frode fiscale internazionale. I 45 imputati, per lo più imprenditori e professionisti, devono rispondere, a vario titolo, di evasione fiscale internazionale sull’asse Pescara-Madeira e di alcuni reati del decreto legislativo 74/2000, come emissione di fatture inesistenti e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Cinque di loro sono accusati anche di associazione per delinquere. Tra le persone per cui è stato chiesto il giudizio figurano anche il commercialista pescarese Luca Del Federico, ritenuto l’ideatore e il «trait-d’union» tra le imprese italiane e le società che sarebbero state create ad hoc a Madeira; l’ex presidente della Fortitudo basket Gilberto Sacrati; l’avvocato Francesco Valentini; gli imprenditori Vincenzo Marinelli, Paride Albanese, Leonardo e Angelo Alimonti, i titolari di attività edili nel teramano Giuseppe e Lucio Diodoro, i fratelli Fioravante e Antonella Allegrino, il titolare delle concessionarie, Giuseppe Epifano. Nell’ambito dell’inchiesta, nel settembre scorso, la guardia di finanza di Pescara ha sequestrato beni e conti correnti per un valore complessivo di 36 milioni di euro.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Patti Smith regina dell’estate. La leggenda del rock allo Sferisterio Successivo Senza cibo e acqua, abbandonata nella sporcizia