La banda del buco fallisce il colpo sulla Statale 76

Stazione di servizio Monte Roberto

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – A UNA settimana esatta dal precedente assalto, tentato furto ad un’altra stazione di servizio della Vallesina. L’allarme è scattato a mezzanotte ed un quarto quando la titolare è stata destata di soprassalto. «SONO ACCORSA – racconta lei stessa – e contemporaneamente sono arrivati i ragazzi della vigilanza privata ma dei banditi non c’era più traccia. Hanno provato a sfondare la vetrata sul retro, prima arrampicandosi sulla parete e sul tetto della parte di immobile più bassa. Nel mirino dei malviventi il bar dell’area di servizio Monte Roberto, sulla Ss76 in direzione Fabriano Ancona. Probabilmente avevano un arnese e cercavano di forzare le inferriate che abbiamo installato in tutte le finestre, ma il vetro si è spaccato facendo scattare fortunatamente l’allarme collegato direttamente via telefono a noi e alla vigilanza. Così però non si vive più, non si riesce a dormire» aggiunge esasperata. I malviventi pensavano di calarsi dalla finestra sopra la zona ristorante per cercare di arraffare probabilmente denaro o qualsiasi cosa avessero trovato. Sull’episodio, l’ennesimo ai danni delle stazioni di servizio della zona, Indagano i carabinieri di Moie e del Nucelo operativo. ESATTAMENTE una settimana fa, nella notte tra venerdì e sabato, quella che è stata soprannominata come la «banda del buco» ha preso di mira l’area di servizio Coppetella sulla superstrada. I MALVIVENTI, forse in sei, hanno raggiunto l’area di servizio Autogrill (sempre la corsia Fabriano verso Ancona) dal campo sul retro. Scavalcata la rete e bloccata con del filo di ferro la sbarra che conduce alla strada privata dietro alla stazione di servizio, si sono arrampicati sul dirupo fino a raggiungere la parete esterna del locale. Qui hanno tagliato i fili elettrici, convinti di aver disattivato l’allarme e cominciando, piccone alla mano, ad aprire un varco nel muro della larghezza di oltre 50 centimetri. APERTO il varco sulla cucina dell’Autogrill proprio nella parete libera da frigo e mobili però, all’una e 45 minuti l’allarme si è attivato mettendoli in fuga verso il campo. Hanno scavalcato la rete e si sono dileguati a mani vuote nell’erba medica, in direzioni diverse viste le traccelasciate ma tutti verso la campagna. Nell fuga hanno abbandonato un piccone. La notte precedente invece i colpo era riuscito all’area di Servizio Sanzio poco più avanti nel Comune di Falconara. Un colpo da 15mila euro. Notizia riferita da Sara Ferreri IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Pesaro, anziana a digiuno per tre giorni Il figlio: "Sistema Marche Nord carente" Successivo Suicidio lungo linea Fs, pesanti ritardi