La banda delle slot colpisce di nuovo: due furti in un’ora

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Ascoli, 19 novembre 2014 – Questa volta i ladri si sono dedicati ai video giochi di due bar che si trovano nell’abitato di Ascoli Piceno. Su entrambi i casi sono in corso indagini da parte del personale della squadra mobile, coordinata dal dottor Di Benedetto, che ha fatto intervenire anche gli agenti della polizia scientifica nella speranza di trovare tracce che possano portare alla identificazione della banda.

Il primo furto, ai danni del bar di piazza don Bosco a Villa Pigna, è stato messo a segno all’una e mezza circa, il secondo al bar di via del Commercio, alle 2,30. Secondo gli investigatori potrebbe trattarsi dell’opera dello stesso gruppo di delinquenti, poiché anche gli orari sono compatibili.

Procediamo per ordine. Al bar di piazza Don Bosco i malviventi hanno forzato l’ingresso principale del locale pubblico, con montanti di alluminio che non hanno resistito all’urto degli arnesi da scasso utilizzati dai ladri che in breve tempo hanno sventrato le cassette di sicurezza di due slot machine e se la sono filata con il bottino. L’ammontare non è stato ancora quantificato con certezza, ma non dovrebbe trattarsi di una somma consistente.

Un’ora dopo è toccata al bar di via del Commercio, adiacente alla Motorizzazione Civile, non distante dalla caserma dei vigili del fuoco. Qui l’opera dei malviventi è stata più impegnativa perché per accedere al bar, dove c’erano due slot machine, hanno dovuto sfondare il muro attiguo. Il locale pubblico si trova in un palazzo dove al piano superiore ci sono solo uffici e a piano terra i lavori non sono stati ancora completati. Il bar, quindi, logisticamente parlando, si trova in posizione piuttosto vulnerabile. I malviventi hanno potuto, così, lavorare tranquillamente. Raggiunto il locale attraverso il foro praticato nella parete, i ladri si sono dedicati ai videogiochi.

Hanno sventrato le cassette di sicurezza e se ne sono andati con un bottino di alcune centinaia di euro. Nelle prossime ore il titolare del bar denuncerà l’accaduto alle forze di polizia che, intanto, sono alla ricerca di qualche traccia anche attraverso le immagini di telecamere di sicurezza. Membri della banda, nei giorni precedenti, potrebbero aver fatto sopralluoghi nei locali pubblici da colpire, poiché sembra evidente che hanno agito con sicurezza e conoscenza dei luoghi dove mettere a segno le imprese criminose.



 

Precedente FABRIANO - Il fiume Giano regge alla pioggia, qualche frana ma senza blocchi Successivo Biagio Antonacci "L'amore comporta" al Palarossini questa sera alle 21.00