La Civitanovese non c’è, il Matelica fa festa

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 11 gennaio 2014 – Tre punti d’oro per il Matelica che chiude la parentesi a un periodo avaro di punti e lo fa contro la Civitanovese, seconda in classifica. E allora il successo vale ancora di più. Di contro la Civitanovese mostra dei problemi tanto che i rossoblù non mettono mai in difficoltà la difesa locale, decisamente troppo poco per una squadra che ambisce al salto di categoria.

Un’invenzione di Ambrosini spezza l’equilibrio della partita in cui nessuna delle due contendenti riesce a prendere il sopravvento sull’altra. L’attaccante locale (30’) addomestica il pallone e pesca in area Iotti che non ha difficoltà a bucare la porta rossoblù.

Gli ospiti accusano il colpo e un minuto dopo Moretti mette la firma sulla partita con una conclusione da dentro l’area. La partita si è messa sul binario preferito dal Matelica costruito da Gianangeli per una gara in contropiede e gli spazi a disposizione dei locali esaltano la corsa di Ambrosini e di Iotti. E non è un caso che Ambrosini (35’) manca di un soffio la deviazione vincente di testa a due passi dalla porta.

La Civitanovese fatica a mettere in azione le punte anche perché non è semplice perforare il muro eretto a centrocampo dai locali che praticamente non rischiano mai niente nel corso del primo tempo.

L’unico pericolo arriva da calcio piazzato, una costante negli ultimi tempi, con Cossu che devia di piatto alle spalle di Spitoni, ma la gioia per il gol rimane soffocata perché l’assistente dell’arbitro ha la bandierina alzata per segnalare il fuorigioco.

La ripresa mostra il Matelica padrone della situazione: i locali triplicano con Mangiola (9’) al termine di un’azione insistita, di contro la Civitanovese non riesce a creare i presupposti per impensierire Spitoni. Chissà, forse sarà il segnale di una giornata no quando Degano in area manca l’appuntamento con la palla. Il Matelica va a nozze sugli spazi e Iotti (25’) dà un buon pallone ad Ambrosini, l’attaccante da posizione decentrata non centra lo specchio della porta. Spitoni dimostra ancora una volta la sua bravura quando (37’ st) nega il gol a Pintori che da due passi aveva angolato il tiro.

I tabellini

MATELICA: Spitoni, Cesselon, Benedetti, Borgese, Gilardi, D’Addazio, Iotti (44’ st Girolamini), Ambrosini (39’ st Api), Moretti, Mangiola (14’st Scotini). (A disp. Passeri, Ercoli, Lanzi, Ranucci, Corazzi, Bucciarelli). All. Gianangeli

CIVITANOVESE: Agresta, Bigoni, Di Pentima, Bensaja, Biagini, Cossu, Forgione (11’ st Carlini), Magini (11’ st Massaccesi), Amodeo, Degano (39’ Pigini), Pintori. (A disp. Silvestri, Foresi, Ruzzier, Morbiducci, Zekiri, Margarita). All. Mecomonaco.

Arbitro: Agostini di Bologna

Reti: 30’ Iotti, 31’ Moretti, 9’ st Mangiola



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Assalto con l’esplosivo al bancomat in piena notte Successivo Marche, picco dell'influenza Pronto soccorso in tilt