La compagna lo lascia e lui tenta di farla finita. Salvato dai carabinieri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Severino Marche (Macerata), 8 maggio 2015 – Lei dopo un litigio con il convivente vuole lasciare la casa e chiede aiuto ai carabinieri. Lui, un muratore di 45 anni, nel frattempo va in garage e prova ad impiccarsi, ma viene salvato. E’ accaduto verso le 2,30 di questa notte a San Severino, in casa di una coppia la cui relazione evidentemente era diventata burrascosa. I due prima hanno litigato alla stazione ferroviaria, poi la donna, decisa a lasciare l’appartamento dove convivono, temendo la reazione dell’uomo, ha chiesto l’assistenza dei militari per poter ritirare le proprie cose. I carabinieri ovviamente sono intervenuti. All’inizio l’uomo era presente ed assisteva tranquillo mentre la compagna portava via le sue cose; ma a un certo punto è uscito di casa. Trascorso qualche minuto senza vederlo tornare, i militari hanno intuito che qualcosa non andava e si sono precipitati al piano terra dove hanno notato la saracinesca del garage alzata di qualche centimetro. L’hanno aperta immediatamente e hanno notato l’uomo appeso con una corda al collo che aveva legato al corrimano di una scala. Con estrema rapidità i militari hanno sollevato l’uomo, che ormai era privo di sensi e non respirava, tagliando la corda. Lo hanno liberato dal cappio intorno al collo e dopo averlo disteso a terra hanno iniziato a praticargli le manovre di rianimazione, fino a che l’uomo miracolosamente ha ripreso a respirare. Dopo l’arrivo del 118 l’uomo è stato portato all’ospedale di Camerino, dove è ricoverato in prognosi riservata.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Invasione di api a piazza Arringo. Un tavolino perso d’assalto Successivo Tenta suicidio, salvato da Cc