La Famiglia Addams arriva ad Ancona, il musical dell’anno al Teatro delle Muse

la famiglia addams

I diabolici protagonisti della Famiglia Addams arrivano ad Ancona. Chissà se la troveranno abbastanza lugubre per i loro gusti gotici? Scherzi a parte, l’attesissimo musical prodotto da Project Leader finalmente fa scalo al Teatro delle Muse, in esclusiva regionale da ieri sera (martedì 10 marzo) fino a domenica per ben sei repliche fuori abbonamento. L’appeal dello spettacolo, che da ottobre ha sbancato i botteghini di grandi città, non deriva soltanto dal fascino sinistro che dal ’64 ci trasmette la serie televisiva che ha in Gomez e Morticia Addams due protagonisti irresistibili: la loro attrazione fatale si combina con la simpatia che suscitano unanimemente Elio e Geppi Cucciari, che ne sono gli interpreti.

La commedia musicale, basata sui personaggi creati da Charles Addams negli anni Trenta, è nata a Broadway nel 2009, su ispirazione delle storie ideate in origine come comics e poi portate sul piccolo schermo con fortuna decennale, famosa in tutto il mondo per il brillante umorismo nero, i travolgenti paradossi e la pungente satira di costume. La versione italiana, che si avvale della traduzione dei testi di Marshall Brickman & Rick Elice con le musiche originali di Lippa, vanta la regia di Giorgio Gallione, traduzione e adattamento di Stefano Benni, scene di Guido Fiorato, direzione musicale di Cinzia Pennesi, coreografie di Giovanni Di Cicco, luci di Marco Filibeck. Gli abiti di scena sono disegnati dallo stilista Antonio Marras, e realizzati dalla Sartoria del Piccolo Teatro di Milano-Teatro D’Europa, con cristalli Swarovski. Il manifesto è stato realizzato con il disegno a fumetti originale di Charles Addams.
Gomez e Morticia, ironici e insieme molto consapevoli di se stessi, dominano la scena con i corpi duttili e naturalmente divertenti di Elio e di Geppi, bravi oltre ogni previsione. E la loro verve interpretativa asseconda una “partitura” gotica in cui il grottesco è veicolo di satira sociale, contrapponendo la “normalità” dei due genitori (interpretati da Clara Maselli e Andrea Spina) di Lucas, il boyfriend di Mercoledì, la figlia emaciata di Gomez e Morticia, alle strampalate, paradossali regole di vita familiare degli Addams, alla loro visione del mondo che, intrecciata di manie funebri e irresistibile sense of humour nero, mette a nudo la banalità dei nostri luoghi comuni e il perbenismo borghese.

Tra gli altri componenti del cast, Pierpaolo Lopatriello è lo Zio Fester, Giulia Odetto e Giacomo Nasta, poco più che ventenni, esordienti, sono Mercoledì e suo fratello Pugsley, Paolo Avanzini è Lucas Beineke, il fidanzato di Mercoledì, e en travesti Sergio Mancinelli è Nonna Addams; Filippo Musenga interpreta la parte dell’inquietante maggiordomo Lurch.

Tutti ballano, cantano, recitano in un crescendo di suspense e tensione, fino al travolgente scioglimento finale di una delle storie più noir e insieme incantevoli, un tassello poetico ormai solido del nostro immaginario collettivo.

FONTE IL CORRIERE ADRIATICO

fonte immagine http://www.ticketone.it/obj/media/IT-eventim/galery/kuenstler/a/addams-biglietti.jpg

Precedente Estorsione a luci rosse Quindicenne denunciato Successivo Ambulanza si ribalta dopo lo schianto con un'auto