La famiglia di Livia: "Grazie a tutti, anche alla sua maestra"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro-Urbino, 3 maggio 2015 – A distanza di 13 giorni dalla scomparsa di Livia Cardinali, la tragedia della maestra di 56 anni travolta da un’automobile in via Ponchielli, racconta la storia di una donna dal seguito straordinario. In nome di Livia è andata bene la raccolta di beneficenza da devolvere all’associazione umanitaria “Gli amici di Andrea” che si prende cura di bambini e adulti con gravi cerebrolesioni acquisite. Il messaggio di ringraziamento da parte dei coordinatori dell’associazione alla famiglia Bonatti, composta dal marito Massimo e dai figli Martina e Nicola, rimanda ad un sentimento di speranza e di cura in cui la signora Livia è stata in vita grande esempio. Tanto che in chiesa a darle l’ultimo saluto, non è voluta mancare la centenaria Aldina Berardi. Insegnante di Livia e di generazioni di pesaresi, la veterana non è mancata all’appello di quanti hanno testimoniato l’affetto e la stima per la Cardinali, tanto che a nome dell’intera famiglia, Massimo Bonatti esprime profonda riconoscenza a lei e a tutti i pesaresi per il sostegno: «È difficile per la mia famiglia esprimere in modo adeguato, anche a distanza di diversi giorni, tutta la nostra profonda riconoscenza per la partecipazione e l’affettuosa vicinanza di così tante persone al nostro dolore. Desideriamo ringraziare, nell’impossibilità di farlo personalmente, tutti coloro che attraverso la loro presenza, con lettere, scritti, fiori, disegni, gesti, parole di conforto e incoraggiamento ci hanno sostenuto. A voi tutti va, indelebile, il nostro grazie».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Fermo, camion incendiato per dispetto Un sospettato nel mirino della polizia Successivo Ancona, morto a 45 anni l'attore e musicista metal Frankie Ferrato