La fanese Ramona Neri alla ‘Prova del Cuoco’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano, 6 maggio 2015 – Una fanese alla Prova del Cuoco. Ramona Neri, impiegata 44enne, già semifinalista di Chef in the City Cake Edition (il concorso fanese per pasticcieri in erba ideato dall’agenzia di comunicazione Comunica srl) parteciperà da lunedì 18 a venerdì 22 maggio al programma tv di Rai Uno, dedicato al mondo della cucina e alle sue ricette. “Un annetto fa – racconta Ramona -, prima di partecipare a Chef in the City, ho deciso di tentare l’avventura chiamando il numero in sovraimpressione della Prova del Cuoco. Sono stata subito ricontattata per fare il provino ad Ancona. Il test si è svolto in due parti, inizialmente ho dovuto compilare un questionario motivazionale, in cui dovevo indicare tutte le mie conoscenze e preferenze culinarie. Dopodiché ho dovuto simulare una diretta e sono stata ripresa mentre raccontavo delle mie preferenze in cucina, in una stanza insieme a tutti gli altri partecipanti al provino. Molto probabilmente volevano testare la sicurezza di fronte alla telecamera. Una volta finito, mi è stato detto che mi avrebbero cercata a settembre, ma fino a un mese fa non ho avuto più notizie”.

E invece… “Con molta, sorpresa sono stata ricontatta dallo staff quattro settimane fa con la notizia di essere stata ammessa alle selezioni. Ho pensato fosse uno scherzo, non ci credevo. Poi lo staff, con insistenza, mi ha spiegato che ero stata scelta tra i partecipanti e che sarei andata in onda sul programma tv tra il 18 e il 22 maggio. Adesso comincio a percepire un po’ d’ansia. Sono in attesa di avere direttive dallo staff su quale menù preparare e su che ricetta proporre”.

Emozionata ma sicura: “Sono abbastanza sicura di me stessa e questa sicurezza la devo anche a quanto vissuto a febbraio, durante la sfida di pasticceria amatoriale. Un’opportunità e una bella avventura a cui mi sono approcciata quasi con timore ma che invece, strada facendo, mi ha permesso di acquisire padronanza coi fornelli, con i prodotti, con gli strumenti della cucina e con le mie abilità e, di conseguenza, di affrontare l’esperienza della Prova del Cuoco con più serenità. Non so se davanti alle telecamere farò scena muta, è possibile che l’emozioni mi giochi questo scherzo, ma l’importante è poter cucinare da vera chef”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Truffa ai danni dello Stato, 15 professori rischiano il processo Successivo Mare, colorazione anomala a Falconara