La Finanza blocca allo sbarco in porto un contrabbandiere di lingotti d’oro


FONTE IL MESSAGGERO

ANCONA – Bloccato nel porto di Ancona un contrabbandiere di lingotti d’oro. La Guardia di finanza di Ancona, in collaborazione con la Dogana, ha bloccato in porto un’auto con targa greca al cui interno erano stati nascosti oltre 2,2 chilogrammi di oro e circa 19.000 euro. All’atto del controllo, il conducente , un sessantenne greco, non è stato in grado di fornire risposte convincenti sul possesso dei beni.

L’oro, suddiviso in piccoli lingotti di varie forme, e il denaro erano in un doppiofondo in acciaio, del tutto simile a una cassaforte, ricavato nel bagagliaio posteriore. Per quanto riguarda la valuta, l’uomo ha deciso di ricorrere all’oblazione immediata, pagando 500 euro, corrispondente al 5% della somma eccedente la soglia oltre la quale scattano gli obblighi dichiarativi.

L’oro invece, essendo privo di documentazione fiscale che ne giustificasse il possesso, la legittima provenienza e la tracciabilità, è stato sequestrato. Una volta immesso sul mercato, avrebbe fruttato sugli 80.000 euro. Il greco è stato denunciato a piede libero per contrabbando e ricettazione.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Finti venditori telefonici, stanno girando per Fabriano Successivo Mamma trova droga nella stanza del figlio e chiama i carabinieri