La Finanza di Macerata scopre 91 evasori totali

Centoventicinque milioni di euro di violazione di imposte dirette accertate, oltre a 28 milioni di Iva

Guardia di finanza (Foto Cristini)

Guardia di finanza (Foto Cristini)

(FONTE IL RESTO DEL CARLINO)

Macerata, 25 giugno 2013 – Novantuno evasori totali scoperti, 125 milioni di euro di violazione di imposte dirette accertate, oltre a 28 milioni di Iva. E poi base imponibile recuperata per 100 milioni di euro, sequestri di beni immobili per 25 milioni, e 540 mila euro di contributi dallo Stato indebitamente percepiti, verificati nell’ambito dei controlli sulla spesa pubblica (di cui 336 mila riguardanti frodi agli enti previenziali).

Sono i principali risultati ottenuti dalla Guardia di Finanza di Macerata nei primi cinque mesi di attivita’ del 2013. In materia di scontrini fiscali, su 1310 controlli effettuati, sono state scoperte il 25% di irregolarita’. Le fiamme gialle maceratesi hanno anche eseguito 12 ispezioni antiriciclaggio, accertando denaro o valori illecitamente trasferiti per 1 milione e 205 mila euro.
Approfondite nel complesso 61 operazioni bancarie, ritenute sospette.

(Agi)

Precedente Sei chili di droga nel divano. Sequestrati 132mila euro Successivo Viabilità: "Persuasori" di parcheggio, un modo alternativo di parcheggiare in centro