La Finanza passa al setaccio gli affitti in nero, non pagate 400mila euro di tasse

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 21 marzo 2016 – Controlli a tappeto a Fermo e provincia tra accertamenti patrimoniali, indagini finanziarie e più in generale, investigazioni a carattere economico-patrimoniale, nei confronti di agenzie immobiliari, residence e persone fisiche titolari di diversi immobili in zone ove notoriamente si intrecciano interessi economici gravitanti intorno anche al fenomeno della prostituzione, che hanno permesso di portare alla luce significativi elementi d’interesse per la ricostruzione dell’origine e della destinazione dei flussi finanziari.

Tali articolate e trasversali metodologie operative hanno determinato la scoperta di una massa impositiva sottratta all’Erario quantificata in oltre 400.000 euro, a cui si aggiungono le sanzioni correlate ai 115.000 euro di violazioni all’Iva. L’azione investigativa ha riguardato anche due giovani donne straniere, verosimilmente esercenti l’attività di prostituzione e risultate completamente sconosciute al Fisco, la cui posizione agli effetti fiscali è risultata assolutamente incongrua e incompatibile con il tenore di vita condotto e le disponibilità sia finanziarie, sia patrimoniali a vario titolo accumulate. Alle stesse sono state contestati oltre 170.000 euro di proventi derivanti dall’esercizio dell’attività illecita di prostituzione.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Macerata, Sara non ce l'ha fatta Stroncata da un malore alla maratona Successivo Chiatta da record, centinaia di curiosi arrivati nel weekend