La gestione associata dell’acqua: «L’Ato troppo concentrata su Ancona»

acqua

– FABRIANO – LA GESTIONE associata dell’acqua in consorzio con altri quaranta comuni infiamma il consiglio comunale al punto che la minoranza si scaglia con forza contro un atto ritenuto troppo Ancona-centrico e fortemente penalizzante per Fabriano. L’adesione definitiva all’Ato l’ente, appunto, che gestisce il comparto idrico su scala provinciale è passata con i voti della sola maggioranza dopo un lungo dibattito in cui dal fronte dell’opposizione forti sono state le recriminazioni. «Se noi diamo la nostra acqua gratis ad Ancona allora devono fornirci in cambio il loro pregiato pesce azzurro», si lamenta Silvano D’Innocenzo di Forza Italia. «Questo accordo non ha senso. Noi abbiamo tantissime sorgenti e con quelle andiamo a servire molteplici località, comprese, appunto, quelle che non hanno una simile fortuna. E perché dovremmo avere tariffe identiche a quelle delle zone di mare? Perché, invece, non facciamo altrettanto con la pesca? E’ il motivo per cui parliamo di svendita per giunta in un accordo che prevede come Fabriano abbia il 7% delle quote assai meno di Senigallia e Ancona dove, appunto, non c’è certo l’abbondanza idrica delle nostre zone. Ricordo, peraltro, che Ato originariamente era l’acronimo di area territoriale omogenea, poi trasformata in ottimale. Ebbene non capisco proprio cosa passa avere di omogeneo il nostro territorio con quello del litorale costiero, visto che l’affinità orografica di Fabriano si limita agli altri comuni montani fino al Maceratese e alla vicina Umbria». Immediata la risposta del sindaco Giancarlo Sagramola. «In questi anni in cui si è dato vita alla gestione associata afferma Sagramola è evidente come il servizio sia migliorato. Ad oggi tornare indietro alla guida in solitario non ha alcun senso, anche perché non abbiamo né le forze tecniche né quelle economiche per farlo».

FONTE IL RESTO DEL CARLINO -Alessandro Di Marco-

Precedente L’Isola dei Famosi è lontana, Margot Ovani testimonial super sexy Successivo Minorenni Milano in fuga, erano a Ancona