La grande bellezza piace al Giro d’Italia, terza volta in 4 anni sulla panoramica

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Pesaro, 7 ottobre 2014 – L’unica tappa marchigiana dell’edizione numero 98 del Giro d’Italia transiterà anche quest’anno a Pesaro. La tappa in questione è la 10ª, di martedì 19 maggio, concessa grazie alla longa manus di Alighiero Omicioli, deus ex machina del ciclismo di casa nostra. La tappa parte da Civitanova ed arriva a Forlì della lunghezza di 195 km., che segue il giorno di riposo dopo un trasferimento dalla Campania.

Arrivati a Pesaro, per la terza volta, dopo le edizioni del 2012 e 2013, i corridori scaleranno il Monte San Bartolo dal lato Porto-Soria, con il gran premio della montagna posto all’altezza del Faro; poi proseguiranno, godendosi panorami veramente mozzafiato, verso Fiorenzuola di Focara, Casteldimezzo, Gabicce Monte, quindi in discesa a Gabicce Mare, ultimo baluardo della regione marchigiana e superato il Ponte Tavollo si arriva in Romagna a Cattolica. Il tratto del tracciato che si snoda all’interno del Parco San Bartolo, infatti, è stato ripetutamente plaudito dai giornalisti televisivi anche nelle edizioni del 2012 e del 2013 e lo sarà sicuramente anche il prossimo 19 maggio.

In fin dei conti si tratta di una bellezza naturale unica sulla dorsale adriatica, si tratta del primo promontorio partendo da Trieste, il secondo è quello del Monte Ardizio, i famosi due colli dove è nata l’antica Pisaurum. Tornando al giro è stato presentato ieri al Palazzo del Ghiaccio di Milano alla presenza di numerose stelle quali Alberto Contador, Michal Kwiatkowski, Nacer Bouhanni, Julian Arredondo, Rigoberto Uran e Cadel Evans, con un omaggio speciale proprio a quest’ultimo all’indomani del suo addio al ciclismo in Europa. Il giro parte il 9 maggio da San Lorenzo a Mare in Liguria ed arriva domenica 31 maggio a Milano, in occasione dell’Expo, per 3481,8 km.



 

Precedente Due furti in due giorni nella pasticceria: "Nessun controllo, adesso dormo qui" Successivo Fiamme nel seminterrato ​dell'impresa edile Cimini