La Grande guerra vista dagli studenti, primo premio al saggio su Caporetto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fermo, 15 giugno 2015 - Una riflessione, un pensiero, un’immagine, per dire che oggi non abbiamo bisogno di altre guerre. Sono i lavori dei ragazzi delle scuole fermane che hanno partecipato al concorso indetto dalla Prefettura (foto) con l’Ufficio scolastico regionale per celebrare il centenario della Grande Guerra. Una ventina gli elaborati arrivati, ieri la cerimonia di premiazione alla presenza della vice presidente del Senato Valeria Fedeli, con le autorità del territorio, i dirigenti scolastici, la giuria composta da esperti.

I risultati sono stati annunciati nel corso di un evento emozionante, al quale hanno preso parte anche i musicisti del Conservatorio Pergolesi. Il lavoro primo classificato è firmato dagli studenti dell’Itcgt Carducci Galilei, guidati dall’insegnante Maura Iacopini con il saggio ‘Gli esuli di Caporetto’. I ragazzi sono la classe V sezione A cat: Angelini, Berdini, Calafiore, Giammarini, Guerrini, Kasmaku, Lanciotti, Lottatori, Marinozzi, Mochi, Pasqualini, Rossi, Scarpa, Vesprini. Secondo classificato ex equo il piatto in ceramica ‘La ferita che rimane’ e gli ‘Scorci della Grande Guerra’, un pannello con ceramiche, realizzati dalla classe V sezione DC del liceo artistico Preziotti Licini, con gli insegnanti Benedetti, Achille, Consorti.

Terzi classificati, anche qui ex equo, il saggio ‘La scuola e la memoria, storia di vita (e di morte) di giovani eroi’, dei ragazzi del Montani Elisa Andrenacci, Simone Bruni, Manuel Coccia, Gaia Turtù, la classe V CmB, la docente Lucilla Antinori. E ancora, il liceo scientifico Calzecchi Onesti con la classe V C, Giacomo Brugiapaglia, Alessia Trasarti, con l’insegnante Mirella Straccali, per il video ‘Fino all’eternità’. Sempre terzi Cecilia Di bonaventura e Matteo Cipelletti classe V sezione AF del liceo artistico Preziotti, con la docente Maria Teresa Pancella, per ‘Memorie intrappolate’. Menzione speciale alla classe V sezione moda dell’Ipsia Ricci e per il I ginnasio sezione D del liceo classico per l’opera fuori concorso ‘Gli alberi della memoria’ con la docente Laura Strappa.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente PARIANO CHIEDE L’ INSTALLAZIONE DI BAGNI CHIMICI A COLLEPAGANELLO IN LOCALITA’ MONTICELLI NELLA ZONA DOVE SONO POSIZIONATI I CAMPI DA BOCCE. Successivo «Tifi l’Ascoli se...». Ecco la festa bianconera