La luce delle torce su chetamina, hashish e ‘maria’: scoperto un droga party

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Tolentino (Macerata), 19 ottobre 2014 – Si erano dati appuntamento in campagna, non certo per contemplare le stelle – benché il bel tempo con un cielo sereno li avesse potuti ispirare –, ma per trascorrere una notte all’aria aperta in preda a un’insana euforia. Intorno all’1.30 di stanotte i carabinieri hanno notato movimenti piuttosto strani in località Cisterna, in un campo non lontano dall’impianto del Cosmari. In particolare le luci di torce e delle fiammelle hanno attirato la loro attenzione, così uomini in borghese e tre pattuglie in divisa si sono inoltrati nel campo scoprendo che un bel gruppo, 11 ragazzi e 6 ragazze, era pronto a sniffare chetamina e a fumare hashish e marijuana.

Insomma, lo sballo – e non si esclude qualcosa di più pericoloso – era assicurato se lo spirito di osservazione dei carabinieri non fosse stato così acuto. Naturalmente alla vista dei militari, che sono intervenuti con un blitz fulmineo, vi è stato un vano fuggi fuggi e un tentativo di liberarsi delle droghe. Ma il gruppo non ha avuto comunque nessuna possibilità di scappare: tutti i componenti sono stati fermati, controllati e identificati.

Nel tentativo hanno abbandonato intorno al luogo dell’incontro 11 involucri ( 15 grammi) di chetamina ed alcuni di hashish e marijuana (5 grammi). Due delle ragazze e uno dei ragazzi non sono però riusciti a disfarsi completamente della marijuana, così le prime due sono state trovate con due grammi mentre il terzo con 3,5 grammi. Per questi ultimi è scattata la denuncia alla Procura della Repubblica per possesso ai fini di spaccio della marijuana, mentre per gli altri la segnalazione alla Prefettura per le sanzioni previste per gli assuntori.

In ogni caso, tutti sono stati denunciati per invasione abusiva di terreno aggravata. E’ evidente che con questa operazione i militari sono riusciti ad evitare che il gruppo di giovani – cinque di Tolentino e gli altri provenienti da Mogliano, Petriolo, Civitanova e Montappone – assumesse la chetamina che, come si sa, è un farmaco anestetico che a bassi dosaggi oltre a produrre insensibilità al dolore, provoca un effetto dissociativo e allucinogeno, con perdita di controllo delle azioni e della realtà circostante. Ma visto il quantitativo di chetamina sequestrato, non certo di piccola entità, gli effetti sarebbero potuti essere assai più pericolosi se i ragazzi fossero riusciti ad assumere la sostanza.



 

Precedente La telefonata di Berlusconi: "Porte aperte per chi vuole tornare, chiuse per Ncd" Successivo Auto contro bici, incidente finisce in rissa: ubriaco crea caos in centro