La mamma 36enne morta a Castignano, nuova ipotesi: uccisa da scarica elettrica

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Castignano (Ascoli), 17 agosto 2015 – Potrebbe essere stata una scarica elettrica a provocare la morte di Carla Benigni, la mamma 36enne di Castignano morta giovedì scorso a due passi da casa, in via Stringone. Se inizialmente si era ipotizzato un malore o la caduta da un scala, ora emerge un’altra verità. Dopo la ricognizione cadaverica effettuata dal medico legale, infatti, carabinieri e vigili del fuoco hanno effettuato un sopralluogo ed è emersa la presenza di energia elettrica sui discendenti in rame della palazzina all’ingresso della stessa via Stringone (in corso di ristrutturazione ora sequestrato), proprio nel luogo in cui si è consumata la tragedia. La nuova ipotesi, dunque, è che la donna, che era intenta a abbellire la via probabilmente in vista di Templaria, abbia toccato i discendenti e poi con un’altra mano abbia sfiorato oggetti in metallo: in sostanza avrebbe chiuso il circuito elettrico con il suo corpo e la scarica le sarebbe stata fatale. Ma sarà l’autopsia in programma oggi a chiarire le cause probabilmente in maniera definitiva.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Osimo, violinista alla fidanzata davanti a 1.200 spettatori: vuoi sposarmi? Successivo Accoltellato alla schiena dal pusher