La Samb si riprende il Riviera: tutto facile contro il Giulianova

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto, 1 novembre 2015 – La Samb si riprende il ‘Riviera’ con il minimo sforzo. Il Giulianova in virtù dei noti problemi societari si presenta al Riviera con una formazione giovanissima (il più esperto è il ‘91 Ferrante) e non crea problemi alla squadra del tecnico Palladini per la quale era fondamentale ritrovare i tre punti in casa: è il motivo che è costato la panchina a Beoni due settimane fa. La Nord Massimo Cioffi ha anche salutato il nuovo allenatore con lo striscione «Esempio di amore per la città , Ottavio riprendiamoci ciò che ci tolsero tre anni fa». La sua Samb non delude. Trova subito il vantaggio al 9’ con Bonvissuto che in verità trova la ribattuta di Zaccagnini che risulta inutile. Il raddoppio è opera del solito Barone su rigore: perfetto dal dischetto. Era stato Perucca a commettere fallo su Titone. La ripresa è solo una formalità. La Samb non trova il terzo gol e il Giuluanova non reagisce.

Il tabellino

Samb (4-3-3): Pegorin; Pino (14’st Montesi), Salvatori, Conson, Flavioni; Trofo, Barone, Sabatino; Palumbo (32’st Pezzotti), Bonvissuto (24’st Sorrentino), Titone. A disp. Reali, Tagliaferri, Casavecchia, Mattia, Vallocchia, Prandelli. All. Ottavio Palladini

Giulianova (4-4-2): Zaccagnini; Perucca (36’pt Mastrilli), Ferrante, Vita, Marini; De Iorio (25’st Emili), Silvestri, Cerasi, Sborgia; Di Stefano (1’st Ranieri), ,Giampaolo. A disp. Ursini, Marzucco, Gasparotto, Ndiaye, Beccaceci, Ranieri, Nannarone. All. Francesco Giorgini

Arbitro: Stefano Lorenzin di Castelfranco Veneto (assistenti: Nicola Vettori di Treviso e Mirko Andreetta di Conegliano)

Reti: 9’ pt Bonvissuto (S), 32’pt Barone Rig. (S)

Note: presenti circa 3.500 spettatori. Ammoniti: 5’pt Pino (S), 31’pt Perucca (G), 35’pt De Iorio (G), 3’st Silvestri (G), 41’st Ranieri (G). Angoli: 5 a 4 per la Sambenedettese. Recuperi : 1’pt e

3’st

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Turismo: siamo all'anno zero Successivo La Vis sfiora il colpaccio ad Avezzano: finisce 1-1