La Sambenedettese stende la Vis Pesaro

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 27 settembre 2015 – Vis Pesaro travolta al Benelli (1-4). Partita mai in discussione, con i rossoblù capaci di imporre dall’inizio la loro superiorità. Sambenedettese che si conferma capolista a 13 punti a pari merito con il Fano, dopo una partita che l’ha vista farla da padrona per tutto l’arco dei 90 minuti in casa di una Vis Pesaro troppo inferiore sul piano tecnico e di gioco.

La partita inizia in discesa per gli ospiti che al 3’ passano in vantaggio con Titone, migliore in campo, che sfrutta un incertezza della retroguardia vissina e insacca alle spalle di Celato.

Il raddoppio arriva al 19’ dopo che Forò perde palla a centrocampo, la Samb è micidiale in ripartenza e Tombari commette fallo in area dopo che Celato aveva respinto un tiro di Pezzotti da distanza ravvicinata. Sul dischetto si presenta Barone che spiazza il portiere e fa 2-0.

Doccia gelata per la Vis che prova a sfruttare la velocità di Bugaro rendendosi pericolosa in un paio di occasioni, ma la difesa sambina fa buona guardia.

Al rientro dagli spogliatoi la Vis prova a farsi vedere in area avversaria ma la manovra è confusa e imprecisa, Pazzaglia decide cosi di giocarsi la carta Ridolfi che appena entrato serve una pallone d’oro sui piedi di Canini che a tu per tu con il portiere avversario fallisce l’occasione più grossa della partita per la formazione di casa.

Al 26’ del secondo tempo arriva così il 3-0 Samb con Pezzotti che raccoglie in area piccola una deviazione di Celato sul tiro precedente del solito Titone.

La partita è virtualmente chiusa qui e mister Pazzaglia che decide di non rischiare Costantino, ma c’è spazio comunque per il gol della bandiera che arriva al 34’ con Bugaro che raccoglie un assist di Dadi imbeccato dal solito Ridolfi.

Neanche il tempo di festeggiare per i tifosi di casa che al 36’arriva la rete del definitivo 4-1, con Bonvissuto che sfrutta un’ incertezza tra la difesa e Celato che si fa sorprendere in uscita. Gli ultimi dieci minuti sono accademia e possesso palla da parte della Samb con il triplice fischio che mette fine a una partita sempre sotto il controllo ospite.

Domenica prossima per la Vis trasferta a Jesi. E siamo già agli scontri salvezza.

 

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente «Fedeltà al lavoro, premio alla passione» Successivo Il Fano travolge la Recanatese e resta in testa