La sua Porsche tamponata fuori dalla disco, dj ruppe il naso allo sbadato: condannato

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Civitanova Marche (Macerata), 17 settembre 2014 – Una reazione violenta, nei confronti di chi aveva tamponato la sua splendida Porsche Cayman bianca: per questo è stato condannato a sei mesi di reclusione il dj Mattia Ascani. Il fatto successe fuori dal Babaloo all’alba del 14 luglio 2007. Il civitanovese Angelo Tartufoli, andando via dal locale, facendo retromarcia con la macchina tamponò il bolide di Ascani.

I parcheggiatori chiamarono i buttafuori, che chiamarono il dj. Ascani però la prese male, e appena arrivato diede un pugno fortissimo alla testa del civitanovese, che si ritrovò con il setto nasale rotto e una prognosi di un mese. In tribunale a Macerata, l’avvocato difensore Simone Santoro ha sostenuto che l’aggressore non fosse in realtà Ascani. Ma il giudice Minerva ha ritenuto provate le accuse, e ha condannato l’imputato come chiesto dal Pm (avvocato Raffaela Zuccarini) e dal difensore della parte civile, avvocato Vanni Vecchioli. Per il risarcimento, ci vorrà la causa civile.



Precedente Gatto, la ditta di cucine chiude il reparto di produzione: sciopero a oltranza Successivo Carbone e biogas, procura diffida Arpam