La Vallata e parte del capoluogo sono senz’acqua, cittadini infuriati

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 16 ottobre 2015 – La Ciip aveva annunciato l’interruzione del servizio idrico per lavori di manutenzione, ma i disagi si sarebbero dovuti limitare ad alcune ore fino alla serata di ieri. Alcune complicazioni, però, hanno reso l’intervento più difficile del previsto, allungando i tempi di ripristino del servizio. Così stamattina la Vallata del Tronto si è svegliata con i rubinetti a secco; stesso discorso per alcuni quartieri di Ascoli, con diverse altre zone che hanno accusato problemi di pressione. I cittadini, come è facile immaginare, sono inviperiti, anche se gli operai Ciip sono al lavoro senza sosta dalle prime ore di stamattina e le autobotti sono già posizionate nei principali punti di ritrovo delle zone a secco. A far infuriare gli utenti, più del diesservizio, è stata la mancanza di informazione preventiva. Tuttavia, a quanto pare, il ‘disservizio prolungato’ è stato causato da una seconda rottura, improvvisa, in un punto della conduttura, in zona Colleforno, diverso da quello dove gli operai stavano intervenendo e cioè la frazione Novele, sempre nel territorio di Acquasanta. I lavori di sistemazione della conduttura dovrebbero terminare entro in serata, ma non è detto che il flusso normale dell’acqua riprenda da oggi: è necessario, infatti, che i serbatoi si riempiano e questo potrebbe richiedere diverse ore. Seguiranno aggiornamenti.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Gdf sventa truffa ad anziana ereditiera Successivo Ancona, manovra azzardata in curva Il bilico blocca Torrette, traffico in tilt