La verità sul turismo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli Piceno, 6 settembre 2015 - Giorni fa abbiamo pubblicato i dati sul movimento turistico in città negli ultimi cinque anni. I numeri rivelano un trend abbastanza chiaro: la crescita c’è ma si fa fatica a capitalizzarla. L’aumento dei visitatori è palese soprattutto in determinati periodi dell’anno, però serve uno scatto in avanti per fare in modo che porti benefici economici su larga scala.

Innanzitutto va spiegata una cosa che, visti i commenti più disparati ai nostri servizi sul web, non sembra chiara ad Ascoli: i conti sul turismo si fanno utilizzando due categorie, gli arrivi e le presenze. Un turista che dorme una notte in una struttura ricettiva rappresenta un arrivo e una presenza. Se lo stesso turista resta per sette notti, l’arrivo è sempre uno, ma le presenze sono sette. Facile capire, quindi, che le presenze portano soldi ad alberghi e B&b in primis, ma poi anche a ristoratori, baristi e via dicendo.

Il nodo, in città, è proprio questo: gli arrivi crescono ma le presenze vanno più a rilento. Il confronto con Macerata è palese: lì ci sono meno arrivi rispetto ad Ascoli, ma più presenze. Segno evidente che da noi si fatica a trasformare i visitatori in turisti veri e propri, cioè non si riesce a trattenerli in città per più di una, due o tre notti. Il salto di qualità deve avvenire dunque su questo fronte, e alle cento torri non mancano certo le qualità per andare oltre i limiti attuali.

Ma serve maggiore consapevolezza. Fa sorridere per esempio che in molti, tra cui anche qualche operatore direttamente interessato, di fronte ai dati che abbiamo pubblicato (sono quelli ufficiali della Regione), abbia reagito affermando che sono sballati, oppure che sia impossibile che Fermo abbia più presenze di Ascoli. Ignorando incredibilmente che Fermo ha frazioni in riva al mare e quindi può contare sul turismo balneare. Insomma, almeno in alcuni settori della città sembra esserci ancora un po’ di dilettantismo sul fronte turistico. E forse anche per questo il bilancio non è all’altezza delle potenzialità delle cento torri.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ancona, Alberto Rossi vince la regata del Conero su Idrusa Successivo Attesa per ‘Euro Hoop for All’ all’AdriaticArena