L’addio a Luciano Cherri, direttore sportivo della Maceratese

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Macerata, 9 ottobre 2014 – Si è arreso a un male che non lascia scampo il 67enne maceratese Luciano Cherri: ex poligrafico del Carlino, ma anche arbitro e ultimamente direttore sportivo della Maceratese. Il calcio era una sua grande passione: l’ha coltivata dapprima come arbitro, anche se poi ha rassegnato le dimissioni perché tardava la promozione nonostante ottime stagioni in serie C. Poi si è occupato di calcio giovanile seguendo Robur e Tolentino, ma anche la Maceratese di cui è diventato pure responsabile della prima squadra.

L’altro suo amore era il tennis e ultimamente era sempre all’Associazione tennis Macerata, dove lavora il figlio Alessio come istruttore. Alle 14.30 di domani sarà celebrato il funerale nella chiesa di Santa Maria della Pace. Lascia la moglie Mariella e il figlio Alessio.



 

Precedente Senigallia nell'olimpo dei ristoranti top dell'Espresso Successivo Guerra di elemosine, accoltella e rapina il ’collega’ mendicante