Ladri forzano il posto di blocco, le foto. Spari in strada

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Corridonia (Macerata), 13 marzo 2016 – Mettono a segno un colpo da più di ottomila euro, fuggono e forzano un posto di blocco tentando di investire un carabiniere che risponde sparando alle gomme. Scene da Far West ieri pomeriggio nella zona industriale di Corridonia. Erano da poco passate le 17, quando una Bmw 320 station wagon grigia con a bordo quattro persone ha imboccato la rampa dello svincolo di Corridonia. Il traffico era intenso.

All’altezza di una delle uscite c’era un posto di blocco dei carabinieri: pochi secondi ed è stato l’inferno. La Bmw ha accelerato sorpassando le altre auto e invece di fermarsi all’alt, ha puntato uno dei militari, che è riuscito ad evitare l’impatto per un pelo. A quel punto il carabiniere ha estratto la pistola d’ordinanza e ha esploso sette colpi (foto) verso le gomme dell’auto in fuga.

In un primo momento la Bmw ha sbandato ed è andata a sbattere contro il guardrail, poi è riuscita a riprendere la strada ed evitando le altre macchine si è diretta verso Piediripa. È scoppiato il caos, ed è scattata la caccia ai fuggitivi. Almeno cinque pattuglie di carabinieri hanno praticamente circondato la zona tra Corridonia, Piediripa e San Claudio.

Nel frattempo i quattro banditi erano riusciti ad arrivare nel parcheggio del centro commerciale Valdichienti, dove sono stati intercettati da una volante della squadra mobile della questura. Anche lì attimi di panico, tra il viavai del sabato pomeriggio. La Bmw ha urtato un paio di auto in sosta rompendone gli specchietti, con i poliziotti alle calcagna che cercavano di bloccarla.

Pure in questo caso, però, la banda è riuscita a fuggire, facilitata dalla calca di auto e persone che in quel momento affollavano il centro commerciale. Alla fine i malviventi sono riusciti a far perdere le tracce, sfrecciando su stradine secondarie. Al momento non si sa se uno dei colpi esplosi dai militari sia andato a segno, e quindi se uno dei fuggitivi sia rimasto ferito. La caccia comunque continua in tutta la provincia, con le forze dell’ordine che seguono le varie tracce lasciate dai banditi.

Il pomeriggio di fuoco era iniziato verso le 16 a Mogliano. I quattro della Bmw erano riusciti a mettere a segno un colpo in contrada Acquevive. Sono entrati forzando una finestra al piano terra, quindi sono andati dritti verso la cassaforte al primo piano. Con un frullino sono riusciti a squarciarla e hanno arraffato tutto l’oro che c’era all’interno: si parla di almeno ottomila euro di bottino, ma potrebbero essere molti di più.

Quindi sono ripartiti e hanno tentato un altro colpo in contrada San Pietro, a pochi centinaia di metri dalla frazione Macina e a qualche chilometro da Corridonia. Anche in questo caso hanno rotto una finestra e sono entrati, ma è scattato l’allarme e i ladri hanno lasciato l’appartamento senza riuscire a prendere niente.

In entrambi i casi i proprietari erano assenti. Grazie al passaparola su WhatsApp, però, la descrizione dell’auto in fuga era già in mano ai carabinieri. Da lì a poco l’incrocio con la pattuglia sullo svincolo di Corridonia.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Accorpamenti dei Comuni, ecco quelli a rischio Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-