Ladri scatenati, blitz lampo nella villetta: “Stanze rivoltate”

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Petritoli (Fermo), 3 novembre 2014 – Non si placa l’ondata di furti che sembra aver preso di mira la zona di Petritoli e dintorni in questi ultimi giorni. Dopo i tre furti avvenuti solo qualche giorno fa in tre abitazioni a Monte Vidon Combatte e in una villetta a Valmir di Petritoli, tutti messi a segno dopo le 18, la banda è tornata a colpire ancora. Questa volta i ladri hanno preso di mira la zona residenziale di Petritoli, dove di recente erano già stati messi a segno diversi colpi e tentativi di furto. Vittima della banda di ladri è stata la famiglia Federici, titolare della nota e storica ‘Osteria de le Cornacchie’, nel centro storico del paese, e proprietaria di un villetta in via Foscolo.

«Siamo usciti di casa poco dopo le 18 — racconta Sergio Federici — e quando abbiamo fatto ritorno, verso le 20, ci siamo trovati davanti uno scempio che ci ha lasciato senza parole»

Camere, bagni, sala da pranzo e soggiorno sono stati messi letteralmente a soqquadro dai balordi, in cerca sicuramente di denaro e preziosi. «Hanno aperto cassetti e armadi, vuotandoli e gettando a terra ogni cosa — prosegue Federici — in una ricerca forsennata andata a vuoto, per fortuna».

I balordi, infatti, non hanno potuto che accontentarsi di due anellini di esiguo valore, prima di scappare passando per la finestra del soggiorno. Nessuna effrazione è stata comessa per intrufolarsi all’interno della villetta. I ladri infatti, passando dal retro del giardino, sono penetrati all’interno dell’abitazione accedendo attraverso la porta di una cucina al pianoterra, sulla quale non sono stati rilevati segni di scasso. «Per quanto sia traumatico trovarsi di fronte ad una situazione simile — conclude Federici — avevamo il presagio e il timore che potesse accadere, visto che nei dintorni altre abitazioni sono state prese di mira dai ladri».



 

Precedente Ciclista travolto da un'auto: è gravissimo Successivo Dramma sul Conero, trovato senza vita impiccato a una quercia nel bosco