Ladri scatenati: spariscono due pistole

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Falerone, 14 gennaio 2015 – I topi d’appartamento tornano in azione e in poco più di due ore razziano tre abitazioni e rubano due pistole. La media Valtenna ancora nel mirino dei ladri. Stando ad una prima ricostruzione, tra le 18 e le 20 di lunedì i ladri avrebbero fatto razzìa in tre abitazioni, in zone distanti l’una dall’altra, ma tutte nel territorio del Comune di Falerone. Il primo colpo è stato messo a segno in località Santa Margherita, al confine con Sant’Angelo in Pontano. Dopo aver divelto una persiana e forzato la finestra, i ladri si sono introdotti in un appartamento, racimolando un discreto bottino: una catenina d’oro e soprattutto due pistole regolarmente denunciate dal padrone di casa. Tra danni materiali e oggetti rubati, il conto è piuttosto salato: una cifra che si aggira sui duemila euro. Il secondo furto è stato messo a segno a Falerone capoluogo, in un appartamento sopra al forno del paese, zona anche frequentata, ma nessuno si sarebbe accorto di nulla, né sarebbero emerse testimonianze degne di nota o comunque utili alle indagini. Per raggiungere il primo piano i ladri devono essersi arrampicati sulla grondaia dell’edificio; poi, dopo aver forzato la finestra, hanno iniziato a cercare nell’appartamento, portando via soltanto pochi contanti.

A chiudere il cerchio è arrivato anche il terzo colpo, messo a segno a Piane di Falerone, in viale della Resistenza, la strada provinciale che attraversa il centro abitato di fronte alla piazza intitolata a Papa Giovanni Paolo II. Seguendo la solita prassi, i topi d’appartamento hanno preso di mira una finestra secondaria, meno visibile dalla strada, che consentisse loro di lavorare indisturbati, e una volta all’interno dell’abitazione, hanno iniziato le loro ricerche mettendo a soqquadro cassetti e armadi. Alla fine si sono allontanati portando via contanti e due anelli. Tra danni e bottino il conto è di circa mille euro. E fanno tre: tre furti. Dopo aver preso di mira le attività commerciali, ora l’interesse dei ladri nell’entroterra si è spostato di nuovo verso le case.

Alessio Carassai



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Campionessa di volley ​si uccide a 29 anni Successivo In biblioteca la cultura finisce in soffitta