Ladri silenziosi: svaligiano casa mentre la famiglia dorme

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Monte San Pietrangeli (Fermo), 15 novembre 2014 - Si sono introdotti in casa dopo aver forzato una finestra sul retro e, una volta dentro, hanno svaligiato l’abitazione. Vittima del furto la famiglia del noto commercialista Massimo Monti, che l’altro ieri è stata sorpresa dai ladri nel sonno.

Erano da poco passate le tre del mattino quando la banda è entrata in azione: i malviventi hanno forzato la finestra e, approfittando del fatto che tutti stessero dormendo, si sono introdotti nella villetta. Nell’abitazione c’erano il noto professionista, la moglie Mary e la figlia Federica, ma nessuno si è accorto di niente. Una volta all’interno dei locali, i ladri hanno trafugato diversi computer portatili, i-pad, i-phone, oro, gioielli e vestiti firmati, poi sono usciti dalla finestra sul lato anteriore, hanno rubato la Mercedes del padrone di casa e sono fuggiti. La refurtiva ammonterebbe a circa 50mila euro.

«Non ci siamo accorti di nulla – racconta Federica – ma non credo ci abbiano narcotizzati. Mia madre si è svegliata poco dopo le tre ed è andata in bagno. Sicuramente i ladri erano ancora in casa. Al di là dei danni economici procurati dal furto, la cosa più grave è che si sono portati via i computer che contenevano mesi e mesi di lavoro. Io sono avvocato e ho rapporti professionali con la Cina: non so proprio come farò a ricominciare senza tutti quei documenti».

La cosa più agghiacciante è che il portagioie, con oro e gioielli, si trovava proprio vicino al letto dei coniugi Monti. «Pensare che i ladri ci abbiano dovuto sfiorare per trafugare i preziosi – aggiunge Massimo – ci fa accapponare la pelle. Hanno preso il portagioie e lo hanno portato al piano di sotto. Lì hanno scelto cosa prendere e cosa no: anelli e bracciali d’argento li hanno lasciati in terra insieme al contenitore».

Ad accorgersi del furto, al suo risveglio, è stata la moglie del professionista, che ha trovato tutta la casa a soqquadro. Dopo aver allertato il marito, la donna ha avvisato i carabinieri. I militari, intervenuti sul posto, hanno cercato di acquisire elementi utili a dare un nome e un volto ai componenti della banda. Purtroppo, i ladri non hanno lasciato né tracce né impronte digitali. Questo farebbe pensare che si tratti di professionisti del crimine, con un basista in zona. Non è escluso, infatti, che la famiglia Monti sia stata tenuta d’occhio per giorni, prima che i malviventi colpissero.



 

Precedente Detenuto appicca il fuoco alle suppellettili, paura in carcere Successivo Corto medievale film festival L'elenco con tutti i vincitori