L’alberghiero spiega tutto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 30 agosto 2015 – Per una città che ambisce ad avere un ruolo ‘nazionale’, che investe soldi nella cultura e punta a diventare la città della musica, l’idea che esista un fondamentale Istituto superiore costretto ai doppi turni come negli anni ’70, è semplicemente una cosa incomprensibile. Soprattutto è incomprensibile come e perché si sia arrivati a scoprire in piena estate che un piano del Santa Marta era totalmente inagibile per i controsoffitti. E si voglia, ora, far passare l’idea che in 4 mesi, feste comandate comprese, si possa risolvere l’inghippo e tornare alla normalità.

A parte il fatto che da ottobre a dicembre gli studenti dell’Alberghiero avranno i loro problemi, famiglie comprese. Ma se è un’emergenza è risolvibile in questi tempi, perché farla diventare tale? Perché non intervenire prima, magari da maggio a settembre, evitando il più possibile disagi? E’ così assurdo chiederlo? Possibile che nessuno a livello politico o amministrativo sia responsabile di tutto questo disagio? Che sia colpa di Renzi perché non ha abolito completamente le Province? Oppure di Matteo Ricci che da presidente e da sindaco si occupa soprattutto di eventi? Oppure c’è un tema dirigenti da toccare? Le domande sono tante, le risposte le attendiamo.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Chiudete i recinti Successivo P.Picena, dramma sfiorato in piazza Palo della luce cade e colpisce un 14enne