L’Allarme “Sempre più casi di animali seviziati”

FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Le guardie zoofile: “Aumento della violenza”, e online c’è chi si vanta delle torture

Animali uccisi da polpette avvelenate (Foto Santini)

Si moltiplicano i casi di violenze gratuite sugli animali nella provincia di Ancona. Due volpi impiccate a Montoro di Filottrano il 24 febbraio dell’anno scorso, un cane ucciso a fucilate a Osimo la notte di San Silvestro, animali maltrattati, cani e gatti avvelenati di proposito dalle polpette ad Agugliano, Polverigi e Camerata Picena e adesso anche un povero micio a cui hanno sparato, paralizzandolo.

Sono già numerose e deprecabili, eppure si tratta soltanto di alcune tra le scoperte talvolta macabre disseminate per l’intera provincia, che tracciano uno scenario da incubo per gli amici a quattro zampe della zona perché costituiscono i tasselli di un fenomeno indecoroso cui bisogna porre un freno prima che sia troppo tardi.

L’interesse dei cittadini è altissimo sulla questione, soprattutto dopo gli ultimi fatti di Agugliano e Senigallia: molte persone infatti si sono espresse con commenti pieni di sdegno rilasciati online, unendosi in un grido indirizzato contro gli autori del gesto, che non sono ancora stati identificati, per farli uscire allo scoperto. Al contempo però l’impeto degli indignati si rivolge con tutto il cuore ai padroni di cani e gatti, per metterli in guardia e incoraggiarli a dire basta a gesti del genere.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Arcieri un successo dietro l'altro, verso un'altra stagione di vittorie Successivo Consiglio Comunale -Ordine del Giorno della seduta del 16 aprile 2013 -