L’allegria non abita qui

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 4 gennaio 2015 – Fuochi d’artificio, brindisi alla mezzanotte in una piazza gremita di gente, locali illuminati a giorno e tanta allegria. Ecco tutto quello che non è accaduto l’ultimo dell’anno nel capoluogo di regione. Un 31 dicembre 2014 che verrà ricordato a lungo per il grigiore che lo ha caratterizzato. Strade deserte, locali chiusi, la sola piazza Roma con un piccolissimo spettacolo seguito da uno sparuto gruppo di spettatori e l’assoluta assenza dell’amministrazione comunale che non ha pensato neanche di fare un saluto a quei cittadini che comunque avevano deciso di scendere in strada.

Ecco, proprio quello che serve per iniziare il nuovo anno con slancio e fiducia. Si dice da più parti che bisogna essere ottimisti, ma con una classe politica del genere è davvero difficile. Troppo affaccendati in giochi di potere e posizionamento in vista delle elezioni regionali, per poter pensare a organizzare una festa di fine anno che potesse regalare un sorriso. No, queste cose ad Ancona non si fanno.

Ci sono cose più importanti alle quali pensare. Come ad esempio a chi affidare questa o quella poltrona per governare senza problemi. E la città sprofonda sempre più nel suo letargo.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Tunisino ferito a coltellate,non e'grave Successivo Un anno da dimenticare