L’amara sorpresa dell’80enne arzillo: il portafogli vuoto dopo il sesso

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 15 gennaio 2015 – Al capolinea delle corriere di Pesaro, qualche giorno fa, un pensionato di 80 anni ha conosciuto una 20enne, proveniente da un paese africano, alla quale ha fatto capire se voleva guadagnare in fretta 50 euro. La ragazza ha accettato, intuendo il «lavoro». I due sono partiti in auto in direzione di Montecchio. Arrivati in una zona appartata, la ragazza ha effettuato quello che chiedeva l’anziano ed ha ricevuto il pattuito: 50 euro.

Ma dopo averla salutata proprio a Montecchio, perché è lì che vive la giovane, il pensionato è andato a ricontrollare il suo portafogli scoprendo che era vuoto. La ragazza gli aveva soffiato anche 250euro senza farsi accorgere. Per l’80enne, la scelta era difficile: chiamare i carabinieri o accusare il colpo e non rivelare a nessuno di essersi appartato con la giovane donna. Il dubbio è durato qualche frazione di secondo: l’anziano ha telefonato ai carabinieri dicendo di esser stato derubato da una ragazza con la quale si era appartato per poi averla fatta scendere vicino ad un centro commerciale di Montecchio. I carabinieri della locale stazione, hanno cominciato la ricerca della giovane pizzicandola poco lontano dal punto indicato dal pensionato.

Accompagnata in caserma per l’identificazione, la 20enne è stata perquisita e sono saltate fuori ben presto le banconote che si sospettava nascondesse. Infatti la giovane aveva circa 300 euro, di cui 50 frutto della «prestazione» mentre gli altri provenivano (senza autorizzazione) sempre dal portafogli dell’anziano. Al momento del confronto in caserma, l’80enne ha riconosciuto la giovane come la persona con la quale aveva passato un quarto d’ora appartato vicino all’abitato di Montecchio. Al momento della restituzione dei soldi, l’80enne è stato categorico: nessun cedimento sulla restituzione dei 250 euro e sulla denuncia per furto aggravato ma ha comunque ritenuto che erano della ragazza i 50 euro della prestazione.

Ora i carabinieri cercheranno di capire se la giovane svolge l’attività di prostituzione (lei ha negato dicendo che si trattava della prima volta costretta dalle difficoltà economiche) oppure se lo fa occasionalmente o al contrario se fa parte di un’organizzazione dedita alla prostituzione a Pesaro e circondario.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano- Successivo Pasticcio-Agrario: "Serviva il sopralluogo"