Lamentele allo stadio: "Telecamere spianate in faccia ai tifosi dell’Alma"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 27 ottobre 2015 - Telecamere ‘spianate’ in faccia ai tifosi del Fano Calcio. Una nuova protesta s’accende in città dopo i tafferugli tra i tifosi dell’Alma e della Sambenedettese che hanno fatto mettere in discussione la sicurezza del Mancini e hanno portato al provvedimento che ha vietato la trasferta a Jesi dei supporter fanesi.

In centinaia di sportivi fanesi siamo abbonati all’Alma con tanto di deposito di tutti i dati anagrafici, indirizzo e numero telefonico – sottolinea Sergio Schiaroli, noto in città soprattutto per essere stato presidente della Federconsumatori -. Non nascondo che mi ha lasciato perplesso che ieri (domenica, ndr) all’interno dello stadio un signore in borghese affiancato da un poliziotto avesse una piccola telecamera a mano, semimimettizata, rivolta verso ciascun spettatore in entrata. La sensazione è stata come se dovessimo sentirci tutti sotto osservazione in uno stadio tra i più tranquilli a parte qualche caso isolato. Questo controllo, se necessario, perché è stato fatto verso tutti, in maniera così sommersa e violando la privacy degli sportivi dato che colui che le effettuava non era riconoscibile da nessuna sigla? Le riprese non erano infatti verso il pubblico ma verso l’entrata, quindi verso le singole persone. Si sta creando un clima che non favorisce il divertimento domenicale”.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano Successivo Dimentica al ristorante caricatore con proiettili