L’Ancona cade anche a Teramo, inutile il gol di Morbidelli

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Teramo, 17 settembre – Niente da fare, l’Ancona perde anche a Teramo. Il debutto in campionato di Paponi non porta fortuna ai biancorossi che subiscono il gioco e il ritmo degli abruzzesi, incassano un gol nel primo tempo e uno nella ripresa che chiude in pratica ogni speranza di rimonta alla squadra di Cornacchini. Il tecnico fanese nel secondo tempo mette in campo anche quattro punte, ma alla fine il gol su punizione realizzato da Morbidelli non fa altro che rendere il boccone della seconda sconfitta esterna – stesso punteggio di Reggio Emilia – meno amaro. La classifica vede ora i dorici penultimi affiancati al Gubbio, con il Pro Piacenza ultimo a causa della penalità e prossimo avversario sabato al Del Conero.

A Teramo l’Ancona in blu prende l’iniziativa per prima, crea anche una bella occasione con Tulli parata da Serraiocco, poi un’ingenuità difensiva permette a Lapadula di infilare il gol del vantaggio. E dopo il raddoppio di Scipioni tocca a Lori in un paio di occasioni salvare l’Ancona dalla figuraccia e permettere così a Morbidelli in pieno recupero di infilare la rete teramana, unica conclusione nello specchio della porta da parte dell’Ancona dopo il primo tentativo di Tulli. Così dopo il bel movimento al 32′ di Paponi con conseguente destro telefonato che non impensierisce Serraiocco, è il Teramo che passa con Lapadula al 33′ servito da Donnarumma e rapido a infilarsi tra gli indecisi Barilaro e Dierna e a battere Lori con un rasoterra.

Poco dopo Lori è costretto a un difficile intervento su rovesciata ancora di Lapadula (36′). Nella ripresa Cornacchini inserisce Tavares per Sampietro e torna al 4-2-3-1, ma l’Ancona non cresce e al 14′ su azione di calcio d’angolo Scipioni infila nuovamente Lori. Nel finale Cognigni (per Arcuri) e Morbidelli (per Tulli) permettono all’Ancona di alzare ancora il baricentro del gioco, ma il Teramo si difende con ordine. Negli ultimi minuti la bella conclusione di Morbidelli su punizione addolcisce il risultato, ma non migliora la classifica dell’Ancona, in crisi di punti quanto di gioco.

Il tabellino

Teramo 2 Ancona 1

Teramo (4-4-2): Serraiocco; Scipioni, Diakitè, Speranza, Perrotta; Fiore (32’ st Caidi), Cenciarelli, Lulli (26’ st Amadio), Di Paolantonio; Donnarumma, Lapadula (42’ st Petrella). A disp. Tonti, Masullo, Pigini, Bucchi. All. Vivarini.

Ancona (4-3-3): Lori; Barilaro, Dierna, Mallus, Cangi; Parodi, Sampietro (4’ st Tavares), Arcuri (27’ st Cognigni), Bondi; Paponi, Tulli (16’ st Morbidelli). A disp. Aprea, Di Dio, Di Ceglie, Maini. All. Cornacchini.

Arbitro: Ranaldi di Tivoli.

Reti: 33’ pt Lapadula, 14’ st Scipioni, 49’ st Morbidelli.

Note – Spettatori 2082. Ammoniti: Dierna, Sampietro, Lulli, Mallus, Cangi, Di Paolantonio. Recuperi 1’ + 5’.



Precedente Summit in Prefettura sulla sicurezza Ricevuti gli industriali di Montegranaro Successivo Dirigente Telecom travolto e ucciso, camionista rinviato a giudizio