L’Ancona sfida la Spal: sfida storica e festa dei tifosi

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Ancona, 15 novembre 2014 – Comunque vada, a Ferrara sarà una festa. Circa seicento sostenitori seguiranno infatti l’Ancona nella gara contro la Spal, società con la tifoseria gemellata con quella anconetana: pullman, auto private; è la prima trasferta consentita ai tifosi senza tessera e per molti costituirà l’occasione per una pacifica invasione nella città estense famosa per la salamina da sugo.

Per gli sportivi anconetani, però, il piatto forte di questo turno numero 13 di Lega Pro sarà la partita tra Spal e Ancona, in programma domani alle ore 16. Spallini secondi in classifica nel girone B con 20 punti e 6 vittorie su 12 match disputati, dorici a quota 17 con 4 vittorie. Giovanni Cornacchini fa la spunta degli assenti: a Ferrara saranno indisponibili Arcuri, Cangi, Paponi, Tulli e Mallus, oltre allo squalificato Sampietro. E fa un po’ di pretattica sul modulo da adottare contro i biancocelesti: 3-5-2, 3-4-3, 3-4-1-2… quel che appare certo è che in difesa il tecnico fanese confermerà Aprea tra i pali e il trio costituito da Dierna, Paoli e D’Orazio.

Poi più avanti diverse opzioni, anche se appare più probabile che Cornacchini scelga una linea a quattro a centrocampo con Di Ceglie e Camillucci centrali, Di Dio e Bondi laterali, quindi Parodi mezza punta a sostegno della coppia d’attacco costituita da Tavares e Morbidelli. Dall’altra parte il tecnico ferrarese Brevi ha a che fare con problemi di abbondanza: out soltanto il difensore Gasparetto. Il match si preannuncia ricco di significati, storici oltre che sportivi, visti i tanti confronti passati tra dorici e spallini.

L’Ancona testa la sua propensione positiva in trasferta, la Spal la ritrovata vena offensiva che le ha permesso di espugnare Piacenza nell’ultimo turno. Tre successi, un pari e due sconfitte per la Spal nelle gare interne, identica marcia per l’Ancona fuori casa, che però ha un saldo tra gol fatti e subiti in attivo (+4) mentre gli spallini sono in perfetto equilibrio. Insomma gli ingredienti per una partita in grado di risvegliare l’interesse sopito della città per la sua squadra ci sono tutti. Nell’anticipo dei girone B, intanto, l’Ascoli ieri ha liquidato la pratica Forlì con un sonoro 4-0. Oggi si giocano: Carrarese-Pro Piacenza, Savona-San Marino, Teramo-Reggiana e Santarcangelo-L’Aquila. Domattina l’anticipo a pranzo tra Gubbio e Tuttocuoio. Gli incontri di domani pomeriggio: Lucchese-Pistoiese, Prato-Pisa, Spal-Ancona (ore 16), Pontedera-Grosseto.



 

Precedente Depresso per la perdita della moglie, anziano si toglie la vita Successivo L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano