L’Ancona soffre, poi si scatena: tre punti d’oro a Forlì

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Forlì, 11 ottobre 2014 – Ancona corsara al Morgagni. Il miglior modo per dimenticare in fretta lo scivolone interno con il Grosseto. Dopo un primo tempo anonimo, nel quale è la squadra di Rossi ad andare più vicina al vantaggio colpendo due legni, i dorici nella ripresa passano due volte, sfiorano il tris e incassano poi il gol dei forlivesi rimasti in dieci. Una buona prova, soprattutto nella ripresa, per l’Ancona, che sale così a quota 9 in classifica, agganciando proprio il Forlì.

Primo tempo quasi tutto di marca forlivese, l’Ancona rischia grosso. Prima con un tiro da fuori che sfugge ad Aprea e rimbalza sulla traversa (8′), quindi un minuto dopo con una bella conclusione da fuori di Forte, sulla quale stavolta Aprea si fa trovare pronto alla deviazione. L’Ancona non riesce a costruire palloni giocabili per Tavares e per Paponi. La prima conclusione dorica è una telefonata di Tavares al portiere forlivese Scotti al 29′. Quindi al 31′ è Djuric su punizione a calciare benissimo e trovare il palo alla sinistra di un Aprea apparentemente battuto. Al 37′ è ancora il Forlì a mettere alle corde l’Ancona, ma la spaccata ravvicinata di Guidi trova Aprea pronto al miracolo.

La partita cambia volto nella ripresa. Merito dell’Ancona che alla prima vera occasione della gara passa in vantaggio: al 7′ Tulli riceve palla da Paponi in area, si accentra e da una decina di metri trova la conclusione vincente sul palo lungo. Il Forlì reagisce, ma con in nervi: all’11’ Docente si becca il rosso per una manata a Dierna e finisce sotto la doccia. Così l’Ancona prende progressivamente coraggio: al 22′ Paponi si libera in area e si presenta davanti a Scotti che gli chiude lo specchio della porta. Al 23′ ancora Paponi, trovato da Bondi, d’esterno manca di poco lo specchio. Aria di raddoppio, che arriva al 24′: Parodi controlla di destro e infila all’incrocio da ottima posizione. L’Ancona potrebbe anche triplicare al 31′ con Paponi pescato da Tulli sul filo del fuorigioco, ma l’attaccante anconetano, forse non convinto della propria posizione, calcia con poca determinazione e colpisce il palo, con Scotti battuto. Così al 34′ Catacchini con un gran destro su velo di Cejas da circa 25 metri trova l’incrocio e riporta sotto il Forlì. Piove nel finale di partita al Morgagni e l’acqua rinfresca le idee all’Ancona, che non corre altri pericoli e torna a casa con tre punti d’oro.

 

Il tabellino

Forlì-Ancona 1-2

FORLI’ (4-3-3): Scotti; Catacchini, Drudi, Guidi, Turi (37′ st Casini); Hamlili, Cejas, Djuric (33′ st Pettarin); Forte (27′ st Castellani), Docente, Melandri. A disp. Casadei, Reato, Fantini, Arrigoni T.. All. Rossi.

ANCONA (4-2-3-1): Aprea; Mallus, Dierna, Paoli, Cangi (18′ Di Dio); Sampietro, Di Ceglie; Bondi (39′ st Arcuri), Paponi, Tulli; Tavares (21′ st Parodi). A disp. Lori, Morbidelli, Pizzi, Cognigni. All. Cornacchini.

Arbitro: Balice di Termoli.

Reti: 7′ st Tulli, 24′ st Parodi, 34′ Catacchini.

Note – Ammoniti: Hamlili, Drudi, Docente, Tulli, Sampietro, Parodi, Aprea; espulso all’11’ st Docente. Recuperi: 2′ + 4′.



 

Precedente Paura sulla Corinaldese, carambola con tre vetture Un ferito grave Successivo Montegranaro, violento incendio alla Artisans Shoes