L’auto davanti rallenta di colpo, frena e cade dallo scooter: ferito 32enne

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Orciano (Pesaro e Urbino), 27 giugno 2015 – La macchina che aveva davanti ha rallentato di colpo la propria andatura e lui, per non andarle addosso, ha azionato bruscamente i freni perdendo il controllo del suo grosso scooter e rovinando sull’asfalto (foto). E’ il brutto incidente che ha avuto come protagonista, intorno alle 12.30 odierne, un 32enne orcianese, A.S., che stava percorrendo in sella al proprio Suzuki Burgman 400 la strada provinciale che unisce Mondavio ad Orciano.

Punto esatto del sinistro, l’inizio di viale Papa Giovanni XXIII, ad Orciano, all’altezza dell’autofficina Fratelli Sambuchi. Un automobilista che si trovava dietro allo scooter ha visto per intero la scena e ha dato immediatamente l’allarme. Non si è accorto di nulla, invece, il conducente della macchina che precedeva il mezzo a due ruote, la cui repentina decelerazione ha indotto A.S. alla manovra di guida che ha causato la caduta.

«Si trattava di una Renault Clio di colore blu – racconta il testimone -. Tra i due mezzi non c’è stato alcun contatto e il guidatore dell’auto ha proseguito senza rendersi di conto di ciò che è successo alle sue spalle». Il 32enne, rimasto precauzionalmente steso a terra sul ciglio della strada per il tempo necessario all’arrivo dell’ambulanza, ha riportato evidenti ferite al braccio e alla gamba destri. Giunti sul posto, gli operatori del 118 gli hanno immobilizzato l’arto inferiore e poi lo hanno portato all’ospedale di Fano. Sempre cosciente, ancorché molto dolorante, il giovane non è in pericolo di vita e i primi esami strumentali sembrano escludere rotture ossee importanti.

I rilievi di legge sono stati eseguiti dai carabinieri di Mondavio. Sul luogo dell’incidente, che vista la dinamica poteva avere conseguenze ben peggiori, anche la polizia municipale.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Crisi: le italiane tornano a fare le badanti, ma le colf sono sempre meno richieste Successivo Ancona, la preside Rucci confermata al Savoia, Alegi è la nuova dirigente del Rinaldini