Lavora in chiesa, una trave cade e gli perfora l’addome: 55enne grave

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Montecarotto (Ancona), 18 ottobre 2015 – Sistema la volta della chiesa della Santissima Annunziata, ma mentre solleva da terra, all’interno della torre campanaria, una tavola lunga circa due metri e mezzo precipita e lo colpisce di taglio in pieno addome: trasportato in codice rosso all’ospedale Caro Urbani F.V., 56 anni di Osimo titolare di una piccola azienda di installazione e manutenzione di impianti elettroautomatici del suono delle campane.

Sottoposto a delicato intervento chirurgico all’addome, il piccolo imprenditore osimano è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Carlo Urbani di Jesi. Il parroco della chiesa che si trova in pieno centro storico, nei giorni scorsi aveva chiesto alla ditta, che già conosceva, di mettere in sicurezza, in maniera provvisoria, una capriata: alcuni mattoni della volta rischiavano infatti di cadere sui fedeli in preghiera. Di qui la necessità di sistemare delle grosse tavole a copertura. Un intervento non certo risolutivo ma tampone in attesa di uno definitivo per la storica chiesa nel cuore di Montecarotto.

Venerdì pomeriggio il 56enne osimano assieme al cognato avevano da poco cominciato a sistemare le tavole del peso di circa 15 chilogrammi l’una, sotto la volta all’interno della chiesa della Santissima Annunziata. Un punto molto stretto dove sale una ripida scala Seicentesca. Per bypassare la scala mentre il cognato era salito in alto, lui da terra gli passava le tavole ad una ad una. Il titolare legava le tavole con una corda e le faceva salire, una per volta, tramite una carrucola. Ma mancavano pochi minuti alle 17 quando una delle tavole nel salire ha perso l’aggancio della corda, colpendo in pieno il titolare che si trovava sotto.

Il lato corto della tavola di legno di circa 40 centimetri per uno spessore di cinque, cadendo da oltre un paio di metri, si è diretto come una scheggia sul corpo del 56enne facendolo cadere a terra. Allertato il 118, subito sul posto automedica e ambulanza che hanno traportato il piccolo imprenditore, con sospetta perforazione, dell’intestino all’ospedale Carlo Urbani dove, in urgenza, è stato sottoposto a intervento chirurgico. Sul posto anche i tecnici della prevenzione della sicurezza del lavoro dell’Asur. Non dovrebbe essere in pericolo di vita, ma i medici si sono riservati la prognosi.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Civitanova, guida in stato di ebbrezza Ritirate 11 patenti, un'auto sequestrata Successivo Ubriachi al volante: ritirate undici patenti, sequestrata un’auto