Lavoro nero: multa da 15mila euro per un imprenditore, sospesa l’attività

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 18 luglio 2015 – Due lavoratrici irregolari e sanzioni per oltre 15mila euro. Questo è il bilancio dei controlli messi in campo stamattina dai carabinieri della Compagnia di Novafeltria in collaborazione con i colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Rimini contro il fenomeno dell’immigrazione clandestina e del lavoro nero.

Nello specifico, nell’Alta Valmarecchia, si è scoperto che due operaie impiegate in un centro massaggi non erano non erano state regolarmente assunte. Per il titolare, un 31enne di origine cinese, è scattata la sanzione di 15mila euro per aver impiegato due donne connazionali, rispettivamente di 29 e 39 anni, non risultanti da scritture o da altra documentazione di lavoro.

Inoltre, l’imprenditore è stato sanzionato per “omessa consegna della lettera di assunzione” e per “omessa comunicazione dell’avvio al lavoro del collaboratore familiare”. Per l’attività imprenditoriale è stata avviata la procedura di sospensione in attesa di regolarizzazione.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Malore fatale, trovato morto nelle acque del porto di San Benedetto Successivo Jesi, paura per un incendio nella notte Prendono fuoco 700 quintali di paglia