Le sbarre non si alzano, pescatore si scaglia contro due motovedette

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 8 aprile 2015 – Show di un pescatore inviperito. Contrariato dalla disattivazione del badge con cui poteva entrare nel porto con l’auto, e costretto di conseguenza a percorrere a piedi alcune centinaia di metri, alcune ore dopo la marcia forzata l’uomo ha fatto il diavolo a quattro sul molo martello, scaraventando a terra le recinzioni poste a protezione delle due motovedette della Guardia costiera e versando alcuni litri di gasolio sulle unità navali. È successo il giorno di Pasqua. Tutto è cominciato in piena notte, verso le 4, sotto una pioggia battente. Voleva tornare a bordo della sua barca, dove ha eletto già da tempo domicilio e dove alloggia abitualmente. Ma le sbarre non si sollevavano.

Ha suonato in Capitaneria, chiedendo che lo facessero accedere con la vettura. Ma non ha ricevuto soddisfazione, perché evidentemente il suo «pass» era scaduto o, comunque, non era più utilizzabile. Con la rabbia addosso, s’è incamminato verso la sua barca. E per via della strada viscida è pure scivolato a terra dopo pochi passi, procurandosi alcune dolorose contusioni. S’è risollevato, ha raggiunto la sua casa galleggiante, s’è calato sottocoperta e s’è messo a dormire.

All’indomani l’ira non s’era ancora placata. Tant’è che ha ribaltato alcune pietre e inferriate della recinzione limitrofa alle motovedette. E poi ha scaricato su di esse il combustibile contenuto in un secchio, senza peraltro appiccare poi il fuoco. Pare abbia imbracciato pure una sorta di frustino, ma non ha colpito nessuno. Per arginarne la furia, gli uomini della Guardia costiera hanno dovuto chiamare i carabinieri. Alla vista di quelle altre uniformi, l’uomo s’è calmato. La storia è finita lì, per ora. Ma quel po’ po’ di bailamme gli costerà di sicuro una denuncia. E intanto sul molo martello è stata ampliata l’area off-limits.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Non vede il figlio da tre anni. "La mia ex è scappata e l’ha portato in Romania" Successivo Riecco la banda del buco, smurata la cassaforte all’Asur