Legge anti-sigarette ignorata. Fuori dal Salesi si fuma

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 3 febbraio 2016 – È scattata ieri la nuova legge antifumo ma in molti non la rispettano. I controlli da parte delle forze dell’ordine ci sono ma per il momento non fioccano le multe «che però inizieranno ad esserci dai prossimi giorni», fanno sapere dal Comando della polizia municipale. Questo, per dare anche tempo ai cittadini di abituarsi alle nuove regole dato che le sanzioni sono decisamente salate e arrivano fino a 300 euro. Anche ieri, infatti, si fumava come di consueto davanti all’ingresso dell’ospedale pediatrico Salesi così come si accendevano sigarette pure all’uscita del nosocomio regionale di Torrette, luoghi davanti ai quali è ora vietato. Nonostante i posacenere collocati ancora davanti agli ingressi, questi però vengono poco usati e le sigarette vengono anche gettate molto spesso a terra.

‘Cicche’ accese anche sotto alla fermata dell’autobus e gettate a terra davanti alla pensilina nell’attesa che arrivi il bus così come tanti sono anche coloro che le continuano a gettare a terra lungo il viale o in corso Garibaldi nonostante già da tempo vi siano i posacenere. Dove non ci sono, c’è chi cerca di fare del suo meglio per tentare di rimanere un buon cittadino, spegnendo la sigaretta contro il cestino dell’immondizia per poi gettarla dentro ma rischiando di appiccare allo stesso tempo un incendio. I posacenere sparsi per la città ci sono, ma non sono tantissimi. C’è comunque anche chi ha preso iniziative da sé. «Per mantenere pulito il marciapiede dai mozziconi di sigarette che vi venivano gettati di continuo – spiega infatti Francesco Barzillona del ‘Bar Maurizio’ di corso Carlo Alberto –, ci siamo semplicemente limitati a chiedere ad Anconambiente di poter far mettere da loro un posacenere dove si trova già il cestino, e in pochi giorni l’hanno subito installato senza alcuna spesa. Sono stati efficienti – prosegue – e lo puliscono di continuo anche perché viene utilizzato da chiunque si trova di passaggio».

Richieste dunque che possono essere avanzate anche dagli stessi commercianti. E nelle tabaccherie non scattano invece le richieste dell’ultima ‘invenzione’ pensata ad hoc per non prendere la multa: una piccola bustina in stagnola nel quale riporre la sigaretta finita, per poi gettarla non appena si incontra un cestino. «Probabilmente – spiegano dalla Tabaccheria Rossi di Largo Sarnano – perché non tutti sanno ancora quanto sono salate le multe». Vigili urbani che nei prossimi giorni gireranno per la città anche in borghese proprio per garantire una maggior efficacia del servizio mentre i vigili dovrebbe provvedere ad aumentare i posacenere pubblici installati precedentemente anche dalla Provincia.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Senigallia, muore schiacciato dal trattore Successivo Trova il ladro nella sua auto e lo blocca