L’ennesima vittima

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 24 gennaio 2016 – Ancora una vittima. L’ennesima, in un tratto di strada che ormai tutt’Italia conosce come pericolosissimo. Quei quindici chilometri a doppo senso di circolazione tra gallerie e viadotti che spezzano in due le quattro corsie della statale 76 da Ancona fino a Fabriano. Una strada maledetta che porta sulla coscienza tantissime vite umane. Una strada per la quale si era trovata una soluzione che risponde al nome di Quadrilatero delle Marche, ovvero un connubio tra pubblico e privato per realizzare un’arteria viaria cruciale per il territorio.

Ma come spesso accade in questo Paese, per realizzare quei quindici chilometri di strada occorrono anni e anni. I problemi? La politica in primis che inventa progetti che, sulla carta sono meravigliosi, ma in pratica fanno acqua da tutte le parti. E così tra fallimenti di ditte, passaggi di consegne, il pubblico che è costretto a prendersi in carico l’intera opera, fondi da trovare e altre mille problematiche i lavori vanno avanti a passo di lumaca. Ma, intanto, i morti aumentano.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Benedizione di Sant’Antonio: e la piazza si riempie di animali Successivo Beccato con la droga in tasca: giovane denunciato