L’ex Di Fabio frena la Maceratese

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Macerata, 26 ottobre 2014 – Poche conclusioni in porta e allora è quasi inevitabile che il derby finisca in parità. La Maceratese viene frenata per la prima volta in casa e vede avvicinarsi la Samb, vittoriosa contro l’Amiternina, che resta comunqeu a tre punti di distanza.

È una Fermana che si fa apprezzare per la manovra, che però risulta essere fine a se stessa perché non riesce a rendersi poi pericolosa sotto rete. La Maceratese non riesce a giocare in profondità e si sente l’assenza di Kouko sotto questo punto di vista.

Nel primo tempo la Fermana fa la partita, fa registrare un maggior possesso di palla anche se alla fine dei conti non riesce a impensierire Moscatelli. Alla fine per il portiere biancorosso è lavoro di routine, a parte quando è costretto a tuffarsi e a rifugiarsi in angolo sulla deviazione di Capparuccia sul cross forte proveniente dalla destra. La squadra ospite cerca di trovare sulla fascia destra la chiave per affondare i colpi con Nazziconi (10’) che serve un interessante pallone al centro per Misin, la cui conclusione è da dimenticare. Dalla fascia opposta l’ex biancorosso Piergallini si notare quando (27’) si accentra e lascia partire una forte conclusione che si spegne tra le braccia di Moscatelli. La Maceratese si affida a D’Antoni che si muove su tutto il fronte d’attacco, tuttavia la sua azione non è accompagnata dai compagni per cui i biancorossi non riescono a rendersi pericolosi. Nel finale la squadra di Magi guadagna terreno e De Grazia (41’) scuote i tifosi di casa con un tiro da dentro l’area, ma il portiere non si lascia sorprendere salvandosi in angolo.

Nella ripresa la Fermana continua sulla falsariga della prima parte della gara, ma quando la Maceratese spinge sa come rendersi pericolosa come quando De Grazia (16’ st) accelera sulla destra e Ferri Marini arriva in leggero ritardo per la deviazione sotto rete. Palla in profondità per D’Antoni (39’st) che attarda il momento della conclusione e così i difensori riescono a respingergli il tiro in angolo. Alla fine l’occasionissima per la Maceratese che con De Grazia (47’ st) sfiora la rete, la sua conclusione a due passi dalla porta finisce di un soffio alta.

I tabellini

MACERATESE: Moscatelli, Cervigni, D’Alessio, Croce (38’ st Perfetti), Capparuccia, Marini, De Grazia, Romano, D’Antoni, Ferri Marini (30’ st Belkaid), Tortelli (17’ st Lattanzi). (A disp. Fatone, Petrone, Lari, Garaffoni, Benfatto, Bartolini). All. Magi.

FERMANA: Lupinetti, Marini, Gregonelli, Omiccioli, Cusaro, Terrenzio, Piergallini (28’ st Iacoponi), Ionni, Pedalino, Misin, Nazziconi (46’ st Ntim). (A disp. Savut, Orsino, Palmisano, Fabiani, Bellucci, Bracciotti, Costantino). All. Di Fabio.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido

Note: presenti 1.500 spettatori circa con buona rappresentanza ospite. Espulso al 45’ st Cusaro. Ammoniti: Omiccioli, Ferri Marini, Capparuccia, Lupinetti. Angoli: 5-5.



Precedente LA BATTAGLIA DA COMBATTERE Successivo Tartufo d'oro a Anna Falchi e Canzian