L’hotel Rex ospiterà appartamenti

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Pesaro, 3 novembre 2014 – L’hotel Rex può trasformarsi in appartamenti. Il Consiglio comunale ha dato il via libera definitivo, dopo due anni di procedure burocratiche.

La delibera è stata votata oggi quasi all’unanimità, con l’astensione solo del M5S: “Qui non parliamo di alberghi ma di appartamenti. Non ci devono essere differenze, né figli e figliastri”, è stata la giustificazione del capogruppo Fabrizio Pazzaglia. Il documento arrivato in consiglio includeva anche un’osservazione di Nardo Filippetti, accettata da giunta e commissione, ma che è stata in parte stralciata con un emendamento di Giovanni Dallasta (Siamo Pesaro) perché faceva riferimento ad un accorpamento tra il Rex e il limitrofo residence Liana che però non è ancora contemplato in nessun documento ufficiale.

Il cambio di destinazione d’uso del Rex è legato ad un’altra operazione: la fusione degli alberghi Beaurivage e Nautilus con un piano sopraelevato in cui trasferire i 75 posti letto al momento al Rex. “Un’iniziativa intelligente decisa dalla precedente legislatura e importante per la riqualificazione alberghiera”, ha commentato il sindaco Ricci. Per evitare che il privato costruisca gli appartamenti e tralasci l’altra operazione, il dirigente dell’Urbanistica Nardo Goffi ha precisato che “il permesso a costruire il Rex con destinazione residenziale verrà concesso solo quando sarà finito il lavoro di accorpamento tra gli alberghi Beaurivage e Nautilus o sia stato posta la fidejussione bancaria a garanzia”.

Il Consiglio comunale ha invece bocciato le 2 mozioni del M5S contro il decreto Sblocca Italia. Ma la seconda mozione, che chiedeva al sindaco di intraprendere iniziative con gli altri Comuni della provincia per garantire una gestione al 100% pubblica dell’acqua, ha aperto una interessante discussione politica tra chi privilegia il pubblico e chi il privato. Il M5S, con la firmataria delle mozioni Silvia D’Emidio, ha scongiurato “la scelta privatistica e speculativa” di affidare la gestione del servizio al privato. Roberta Crescentini (Siamo Pesaro), ha invece annunciato il suo appoggio ad ogni azione di privatizzazione, perché “è ora di superare il luogo comune che il privato è cattivo e il pubblico buono”.

Mentre il Pd, con l’assessore Antonello Delle Noci, ha ricordato che i Patti parasociali firmati dalla maggioranza prevedono che la partecipazione del pubblico non superi il 49%, il che dimostra la predilezione della maggioranza per il pubblico, ma l’assessore ha anche sottolineato che “la partecipazione del privato è utile per gli investimenti”. Infine, ad una interrogazione di Dario Andreolli (Ncd) e Giovanni Dallasta (Siamo Pesaro) sull’area dietro alla stazione da adibire a parcheggio, l’assessore Daniele Vimini ha annunciato che si è raggiunto l’accordo con il privato per acquisire quell’area. Al privato, in cambio, verranno concessi terreni comunali in via Trometta. La permuta, sempre secondo quanto detto dall’assessore, potrebbe arrivare in giunta già domani. La realizzazione del parcheggio dietro la stazione verrà effettuata da Pesaro Parcheggi. “Ci auspichiamo che i posti auto siano in gran parte gratuiti”, hanno commentato Andreolli e Dallasta.



 

Precedente Auto pirata investe scooterista Successivo Choc a Urbino, studentessa universitaria trovata morta nel letto