Liceo musicale, le note della protesta. Gli studenti stanno con i prof

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 23 marzo 2016 – La musica li unisce ed è quindi, in questo caso più che in ogni altro, la miglior forma di protesta. Questa mattina, alle 11.45, gli studenti del liceo musicale ‘Marconi’ hanno interrotto le lezioni per una ventina di minuti, il tempo di manifestare in difesa dei loro insegnanti di strumento che rischiano di essere dislocati il prossimo anno in altri istituti.

Altrettanto hanno fatto i ragazzi di altri licei musicali d’Italia. Una manifestazione condivisa, quindi, che ha assunto la forma di una grande orchestra sparpagliata in varie città.

Infatti, i ragazzi hanno deciso di protestare suonando, per dimostrare quanto hanno appreso proprio da quei docenti che ora potrebbero perdere. In alcune città, gli studenti si sono esibiti in piazza.

Al Marconi, hanno scelto di farlo nel teatrino della scuola. Lì si sono ritrovati alle 11.45, insieme ai docenti. Il tempo di organizzarsi, poi hanno suonato, per un minuto e mezzo, «The little negro» di Debussy.

Davanti, un cartellone con scritto «Al centro la persona non la legge». Il messaggio è chiaro. Garantire la continuità didattica e preservare l’armonia raggiunta tra docenti e studenti dovrebbero essere le priorità.

Invece, una dozzina dei 37 professori del liceo musicale pesarese, ossia gli insegnanti di strumento, rischia di essere sostituita da nuovi arrivati per un pasticcio amministrativo burocratico nazionale dovuto ad una disattenzione del Ministero.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Ascoli, banditi armati alla Secursystem Rubati macchinari per 50mila euro Successivo Ascoli, i banditi assaltano la Secursystem: i dipendenti sequestrati dalla gang