L’imprenditore Ferri colto da malore, muore a Mosca

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto del Treno (Ascoli Piceno), 3 febbraio 2015 – L’imprenditore Demetrio Ferri è deceduto in Russia, a Mosca, in seguito a un infarto. Ferri, 49 anni, era di San Benedetto del Tronto ed era sposato con Samuela Isopi, attualmente ambasciatrice italiana in Camerun e in precedenza, dal 2012 al 2014, primo consigliere all’Ambasciata italiana a Mosca.

Isopi è partita immediatamente per la Russia. Purtroppo, inutili i soccorsi. Ferri, che seguiva la moglie nella sua carriera diplomatica, nel 2008 dal Vietnam aveva scritto il libro “Ripensando il locale. Il dialetto di Porto d’Ascoli: aspetti fonetici, morfologici, morfosintattici e lessicali”.

“La sua morte è un enorme dolore per tutti coloro che, come me, lo hanno conosciuto, ne sono diventati amici e hanno beneficiato della sua generosità, del suo entusiasmo, della sua costante disponibilità – commenta il sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Gaspari -. È anche grazie al suo intervento, ad esempio, che San Benedetto è riuscita ad avviare relazioni in campo turistico e commerciale con un mondo vastissimo e complesso come quello russo”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Macerata, tenta il suicidio perché non può pagare le bollette, imprenditore romano dona 700 euro Successivo Fabriano, i ladri calpestano vernice fresca: scoperti grazie alle impronte