Lo hanno pestato in due: omicidio Albertini, ecco perché il doppio arresto

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 4 marzo 2016 – Il tabaccaio Giorgio Giobbi e il collaboratore di giustizia pugliese Danilo Chirico avrebbero entrambi preso a calci Giovanni Albertini quando, nella sera del 17 febbraio, il 58enne era finito a terra sotto le logge di piazza del Popolo, fuori dal locale nel quale era esplosa la lite. Sarebbe questa l’ipotesi investigativa che è alla base dell’arresto dei due, accusati di concorso in omicidio preterintenzionale pluriaggravato per futili motivi e minorata difesa della vittima. Per giorni si era invece discusso di chi avesse dato i colpi fatali ad Albertini, ovvero i calci al fianco che gli hanno provocato l’emorragia interna all’altezza della milza. A dare la svolta all’inchiesta era stata l’autopsia, che prima di tutto aveva escluso la morte naturale, poi aveva stabilito un nesso di causalità tra l’aggressione in piazza del Popolo e il decesso dell’uomo poche ore dopo in casa.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Biscotti alla marijuana fatti in casa, madre e sorella finiscono all'ospedale Successivo PARIANO: “PER IL REFERENDUM DEL 17 APRILE, GLI SCRUTATORI DI SEGGIO ELETTORALE DEVONO ESSERE SORTEGGIATI TRA I DISOCCUPATI”.