Lotteria Italia, la Dea Bendata si dimentica di Ancona

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 7 gennaio 2016 - Quest’anno la Dea Bendata ha scelto come prima meta Veronella, in provincia di Verona: è qui che è stato comprato il biglietto vincitore del primo premio della Lotteria Italia da 5 milioni di euro. 

Vendite con il segno più per la Lotteria Italia nelle Marche, dove i biglietti venduti sono stati 204mila, il 14,4% in più sulla precedente edizione, crescita anche migliore rispetto al dato nazionale (+13,5%). Come riporta Agipronews, va alla provincia di Ancona il primato di tagliandi staccati, 79mila, il 16,2% in più rispetto allo scorso anno, ma nessuno di questi biglietti era quello giusto. A Fermo si registra invece la crescita percentuale maggiore (25 mila biglietti, +33,4%). Nella provincia di Pesaro Urbino le vendite sono state di oltre 46 mila tagliandi (+8,6%), a Macerata sono stati 34 mila i biglietti staccati (+15,6%), Ascoli Piceno chiude con 19 mila tagliandi, unica provincia a registrare una – pur minima – flessione (-0,1%).

Come ritirare il premio

Tre mesi di tempo dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell’elenco dei biglietti vincenti: è la “data di scadenza” della Lotteria Italia. I vincitori, ricorda Agipronews, hanno 180 giorni per riscuotere il premio, presentando il tagliando vincente, integro e in originale, negli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo oppure all’Ufficio Premi di Lotterie Nazionali. Il pagamento avviene entro 30 giorni dalla data di presentazione del biglietto. Il biglietto può anche essere spedito direttamente all’Ufficio Premi, con una raccomandata A/R, indicando le generalità, l’indirizzo del richiedente e la modalità di pagamento (assegno circolare, bonifico bancario o postale). 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Lotteria Italia, a Mondolfo staccato biglietto da 25mila euro Successivo Doping alla Quintana, il sindaco: "Cambieremo il regolamento"