Lube sconfitta a Trento: perde imbattibilità e primato

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Carlino borghigiano

Macerata, 30 novembre 2014 – La Lube perde partita, imbattibilità e primato in classifica sul parquet di Trento. Modena, infatti, vincendo in casa del Ravenna, allunga il passo di 2 punti sui campioni d’Italia. Trento non fa sconti, non molla mai la presa e, sospinto dal suo pubblico, va a vincere ai vantaggi nel tie-break (16-14), a conferma di quanto sia stato “tirato” tutto l’incontro. La Lube parte bene, si fa inseguire dall’avversario, ma – dopo aver dominato il terzo set in maniera magistrale – avrebbe potuto chiudere il conto nella quarta frazione se solo fosse riuscita a mantenersi su quei livelli di gioco. Invece si va al tie break: i biancorossi partono male, ma risalgono dal 2-7 al 9-9 e poi dall’11-13 al 14 pari con un ace di Sabbi. Lì la luce si spegne di nuovo e arriva il ko.

IL TABELLINO

Parziali: 21-25, 25-23, 16-25, 25-18, 16-14

ENERGY T.I. TRENTO: Kaziyski 14, Nelli 9, Birarelli 10, Zygadlo 1, Nemec 11, Thei n.e., Giannelli, Lanza 18, Solé 10, Mazzone, Colaci (L), Fedrizzi 2, Burgsthaler. All. Stoytchev.

CUCINE LUBE BANCA MARCHE TREIA: Fei 16, Henno (L1), Parodi 16, Paparoni n.e., Stankovic 11, Kovar 13, Sabbi 10, Monopoli, Bonacic n.e., Shumov, Kurek, Baranowicz 3, Podrascanin 9. All. Giuliani.

Arbitri: Saltalippi di Perugia e Rapisarda di Udine.



 

Precedente FABRIANO, guerra alla spazzatura in centro Successivo Danni alle auto davanti al Sui ​Denunciato un sudamericano